Il machine learning e la notte stellata

Francesco Tripaldi

Collana Gialla edita da LietoColle e Fondazione pordenonelegge.it


Francesco Tripaldi
Il machine learning e la notte stellata
Anche Freud sarebbe su Tinder

In parole povere
si accettano offerte.

In alto i calici,
sempre più dei cuori,
pronto il brindisi
a chi piange
come solo i veri uomini
sanno fare.

Nessuno è trasparente
a sé stesso, diceva Freud
perché a nessuno piacciono
le regole del gioco:
crescere,
diventare adulti,
prendersi delle responsabilità,
diventare adulteri,
andare in terapia,
crescere un figlio triste
e dare la colpa alla madre…

In tempi migliori
non saremmo su Tinder
che comunque ha la peculiarità
di aver sfruttato davvero
in modo sorprendente
la mobilità articolare
del pollice opponibile.