Educare alla bellezza 2^ edizione

“Educare alla bellezza” non solo è possibile, ma è probabilmente necessario, e proprio gli insegnanti, educatori e formatori sono in prima linea su questo fronte.

A loro, quindi, è innanzitutto rivolta la seconda edizione del progetto formativo promosso dalla Fondazione Pordenonelegge.it e curato da Valentina Gasparet: un percorso che resta però aperto a tutti, giovani e adulti, perché l’educazione alla bellezza è un tema che tutti coinvolge, in ogni momento delle nostre giornate. Appuntamento quindi da giovedì 8 novembre e fino al 16 gennaio a Pordenone nella sede di Palazzo Badini, dalle 16.45 alle 19.45 per sette incontri d’autore che ci insegneranno ad esplorare le strade che portano alla bellezza: il via con Stefano Moriggi, per indagare bellezza e verità, e poi la bellezza declinata in poesia con Rossella Renzi, nei Classici con Guido Sgardoli, nel paesaggio con Alessandro Marzo Magno, nell’arte con Fulvio Dell'Agnese, nella musica con Roberto Calabretto, nella tecnologia con Giuseppe O. Longo. Sarà un'occasione privilegiata per i docenti della scuola primaria e secondaria di I grado, un approfondimento che parte dai libri e dagli autori per indagare aspetti e temi legati alla formazione. Iscrizioni da mercoledì 10 ottobre a questo link.

Il corso è riconosciuto dall’Ufficio scolastico regionale come iniziativa formativa per il personale della scuola e rientra tra le iniziative per le quali si può utilizzare il bonus insegnanti.

Si parte dunque giovedì 8 novembre con il filosofo della scienza Stefano Moriggi, autore del libro Educare alla bellezza e alla verità (Erickson, 2016): dimostra che  bellezza e verità possono essere obiettivi educativi se i territori della didattica vengono “contaminati” con quelli dell'estetica, dell'arte e della scienza.

Mercoledì 14 novembre Rossella Renzi, poetessa e docente, ci spiegherà con esempi e qualche esperimento che l’arte della parola trova nella poesia la sua esperienza originaria, necessaria alla vita. Mercoledì 21 novembre con Guido Sgardoli scopriremo come si possono "trattare" i grandi Classici della letteratura con i ragazzi sui banchi di scuola, fra “riduzioni” e “ri-scritture” delle opere letterarie. Alessandro Marzo Magno sarà guida, mercoledì 28 novembre, per riscoprire e rileggere la bellezza del paesaggio: a testa china su un tablet, sembra che i bambini non la conoscano (o ri-conoscano) più. Nella bellezza dell’arte contemporanea ci specchieremo mercoledì 5 dicembre con il critico d’arte Fulvio Dell’Agnese: capiremo come l’arte possa essere un formidabile specchio in cui si riflette il nostro presente, con tutte le sue contraddizioni. Mercoledì 9 gennaio si riparte intorno alla bellezza della musica con Roberto Calabretto: perché ascoltata alla radio, in televisione o dallo smartphone, la musica è una presenza fondamentale anche per i ragazzi. Ma la magia di melodie e grandi classici, spartiti e maestri della musica del passato e del presente possono entrare anche in un’aula scolastica, per educare anche i più piccoli alla bellezza dell'ascolto. Mercoledì 16 gennaio, infine, Giuseppe O. Longo, professore emerito di Teoria dell'informazione all'Università di Trieste e saggista, ci parlerà della bellezza della tecnologia: le meraviglie che il mondo del web può offrire ai ragazzi sono moltissime. Ma molti sono anche i rischi, le insidie e i danni che può creare. E necessario conoscere e dedicare grande attenzione a un tema delicato ma imprescindibile e dagli straordinari utilizzi e possibilità anche a scuola.

Il calendario, il programma, i temi, i docenti, le quote di iscrizioni sono consultabili cliccando qui.

Per informazioni scrivere a [email protected] oppure telefonare allo 0434.1573200