Elsa Di Gati conduce l'Hemingway 2022

Torna sul palcoscenico di Lignano la giornalista, volto di programmi storici della tv italiana come “Mi manda Raitre” e dallo scorso febbraio alla vicedirezione dell’approfondimento rai. È un volto familiare al pubblico del premio Hemingway, ha già condotto varie volte i talk di premiazione al Cinemacity.

Sarà la giornalista Elsa Di Gati, volto di programmi storici della tv italiana da “Mi manda Raitre” a “Cominciamo bene”, a condurre, sabato 18 giugno, la cerimonia di consegna del Premio Hemingway 2022: ritorno graditissimo, il suo, sulle scene del Premio culturale che ogni anno rinnova il suo appuntamento a Lignano Sabbiadoro, quest’anno con quattro protagonisti d’eccezione: la scrittrice Margaret Mazzantini per la Letteratura, l’artista ed editore Mario Peliti per la Fotografia, la scienziata e senatrice Elena Cattaneo per l’Avventura del pensiero e nella sezione Testimone del nostro tempo il regista, scrittore e interprete Pierfrancesco Diliberto -in arte, e per tutti Pif.

Elsa Di Gati, dallo scorso febbraio alla vicedirezione dell’Approfondimento RAI, ha condotto il talk di premiazione nel 2015 e nel 2017. La fase clou di consegna dei Premi sarà anche quest’anno ospite del Cinecity di Lignano Sabbiadoro, dove il sipario si alzerà sabato 18 giugno, alle 20. E anche quest’anno il Comune di Lignano ha organizzato una cerimonia aperta alla città, fino ad esaurimento dei posti disponibili, dietro prenotazioni attivabili online sul sito www.premiohemingway.it a partire dal 6 giugno sul sito premiohemingway.it. Un modo per consolidare il legame fra Lignano tutta e il Premio culturale che la rappresenta: per questo gli organizzatori hanno quest’anno voluto puntare sulla partecipazione esclusivamente in presenza del pubblico, e su una atmosfera festosa da vivere personalmente al Premio Hemimgway ed ai suoi incontri. Promosso dal Comune di Lignano Sabbiadoro, il Premio Hemingway trova il sostegno degli Assessorati alla Cultura e alle Attività Produttive e Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso la consolidata collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge.



Giornalista professionista, Elsa Di Gati è stata a lungo al timone della trasmissione televisiva “Mi manda Raitre”. Si era fatta conoscere dal grande pubblico Tv conducendo per tre anni “La Notte dei misteri”, contenitore notturno di attualità. Impegnata attualmente come Capostruttura di Rai3, Di Gati è stata anche voce inconfondibile della radiofonia italiana e dei programmi cult delle ore notturne: per Radio1 ha condotto con successo "La Notte dei misteri" e quindi Dopo mezzanotte". In seguito ha condotto il contenitore culturale di Radiouno, "Il baco del millennio" e il GR2 del mattino, prima di approdare a programmi tv seguiti dal grande pubblico, primo fra tutti “Cominciamo bene” su Rai3, affiancata negli anni da Toni Garrani, Corrado Tedeschi, Fabrizio Frizzi.

Gli “Incontri del Premio Hemingway” sono in programma al Cinemacity. Venerdì 17 giugno si parte alle 18.30 con l’incontro che vedrà protagonista Pif, intervistato dallo scrittore e presidente di Giuria Alberto Garlini. La scrittrice Margaret Mazzantini, Premio Hemingway per la letteratura, sarà protagonista nella serata di venerdì, alle 21, di una conversazione condotta dallo scrittore e direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta sul tema “Nessuno si salva da solo”, titolo del romanzo dell’autrice (Mondadori) dal quale è stato tratto il film di Sergio Castellitto (2015). Sabato 18 giugno, alle 11 il testimone passerà a Mario Peliti, editore e fotoartista, vincitore nella sezione Fotolibro “per Hypervenezia (Marsilio). L’intervista sarà condotta dallo storico dell’arte e accademico Italo Zannier. E alle 17 i riflettori si sposteranno sulla scienziata, accademica dei Lincei e senatrice a vita Elena Cattaneo, vincitrice del Premio Hemingway Avventura del pensiero, in dialogo con Alberto Garlini.

 

INFO: www.premiohemingway.it