Il venerdì di pordenonelegge 2021

Pordenonelegge premia lo scrittore spagnolo Fernando Aramburu nella terza giornata della sua 22^ edizione, domani venerdì 17 settembre: alle 18 al Teatro Verdi di Pordenone gli sarà consegnato il Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo 2021.

L’evento potra essere seguito in diretta streaming su pnlegge TV) e subito dopo l’autore di “Patria” e “Il rumore di quest’epoca”, edito in Italia da Guanda, sarà protagonista di una conversazione sugli incroci fra storia e romanzo, in dialogo con il curatore del festival Alberto Garlini.  Ed entra nel vivo il programma di pordenonelegge con un autore di grande popolarità, l’ex star del calcio Lilian Thuram che pubblica la sua ultima riflessione sui temi del razzismo, “Il pensiero bianco” (ADD): in anteprima la sfoglierà domani a pordenonelegge con Marco Aime, invitando a guardare negli occhi il pregiudizio e ad evitare gli automatismi che ci conducono, quasi impercettibilmente, alla cristallizzazione di un sistema dominante (ore 11 Teatro Verdi e in diretta streaming su pnlegge TV e in serata alle ore 21 Teatro Giuseppe Verdi di Maniago). Fra gli eventi internazionali più attesi, domani, la presentazione di “Killing Orders. I telegrammi di Talat Pasha e il genocidio armeno” di Taner Akçam, coraggioso intellettuale e storico turco, rifugiatosi negli Stati Uniti per la sua lotta a favore della verità e ancora oggi insopportabile per il regime di Ankara. Appuntamento, alle ore 11 nello Spazio San Giorgio, per il dialogo AkçamSiobhan Nash-Marshall che porterà alla luce - tradotti per la prima volta in lingua italiana: i telegrammi di Talat Pasha, l’architetto del Metz Yeghern, il Grande Male, lo sterminio. A pordenonelegge, domani alle ore 18.30 Ridotto del Teatro Verdi, in collegamento ci sarà uno dei più grandi scrittori russi contemporanei, Evgenij Vodolazkin che dialogherà con Laura Pagliara per raccontare una storia in cui la musica e la vita si intrecciano animando un toccante crescendo esistenziale che sottolinea il valore dei ricordi.

Numerose le anteprime e novità editoriali italiane in programma domani. Dalla collaborazione fra pordenonelegge e Paff! nasce l’incontro con Davide Toffolo che sceglie ancora una volta pordenonelegge per l’anteprima della sua nuova graphic novel, “L’ultimo vecchio sulla terra” (Rizzoli Lizard), un atto di ammirazione per la leggendaria figura di Remo Remotti. (ore 21.30 al PalaPAFF! e in differita martedì 28 settembre alle ore 20 su pnlegge TV). Per Mondadori ragazzi la virologa Antonella Viola e il divulgatore Federico Taddia firmano “Virus game. Dall’attacco alla difesa: come si protegge il corpo umano”. In palio c’è il premio più importante: la salute (ore 11.30 Spazio Gabelli). Antonella Viola sarà protagonista, in dialogo rispettivamente con Andrea Zannini e Valentina Berengo, di altri due incontri dedicati alla fragile perfezione del sistema immunitario, sempre domani alle ore 17.30 Spazio Gabelli e alle ore 21 ad Azzano Decimo, Teatro Marcello Mascherini.



Lo scrittore e poeta Davide Rondoni, con uno stile che unisce saggio e narrazione, nel suo “Cos’è la natura? Chiedetelo ai poeti” (Fazi) passa in rassegna gli interrogativi legati alla natura, senza pregiudizi e senza censure, sfidando luoghi comuni. In dialogo con Gian Mario Villalta, alle 11.30 Libreria della Poesia Palazzo Gregoris e a Sacile alle ore 21 Teatro Zancanaro. Davide Rondoni incontrerà gli studenti per parlare di Dante Alighieri e l’”amor del gusto”, una selezione di canti della Comedìa di Dante legati al tema del cibo, alle 9 Loggia del Municipio.  Sempre domani in anteprima al festival Marco Aime e Andrea De Giorgio presentano, insieme a Martina Milia, “Il grande gioco del Sahel. Dalle carovane di sale ai Boeing di cocaina” (Bollati Boringhieri), guida a un territorio complesso, in cui si snodano i destini di un’umanità in lotta per la sopravvivenza (ore 18 nell’Auditorium dell’Istituto Vendramini). E poi “M come Milano” (Bottega Errante), il racconto che la giornalista e autrice Marta Perego ha tracciato della città che l’ha accolta e trasformata. Un racconto anche di donne forti, che presenterà in dialogo con Annarita Briganti, autrice di ”Coco Chanel, una donna del nostro tempo” e Anna Vallerugo (ore 16 Ridotto del Teatro Verdi).

Arriva in anteprima a pordonenelegge anche il noir firmato da Alessandro Mezzena Lona: Ettore Schmitz, in arte e per i suoi lettori Italo Svevo, è il protagonista di “L’amore danza sull’abisso” (Castelvecchi). L’autore in dialogo con Valentina Gasparet, alle ore 16 Auditorium della Regione. È “Il bosco di là” (Aboca) il paesaggio che descrive Lorenzo Marone, raccontando la storia della partigiana Matteuccia, che ha perso la voce per fare il suo dovere di staffetta, e al mondo degli uomini ha preferito il vento e la sua grande quercia. Insieme ad Antonio Riccardi alle ore 18.30 Spazio San Giorgio e in differita lunedì 27 settembre alle ore 18 su pnlegge TV. Altra novità, “La mia casa altrove” di Federica Marzi (Bottega Errante), che l’autrice presenta in dialogo con Matteo Cavezzali e Alessandro Venier alle 19 Auditorium della Regione. A cura di Federico Taddia, con Pierdomenico Baccalario e con l’esperta Barbara Mazzolai, il libro “Gli alberi parlano?“ (Il castoro). Per scoprire se le piante si muovono, se ne esistono anche nel mare e nello spazio, se si possono inventare piante robot …l’incontro alle ore 9.15 Spazio Gabelli.

Per i ‘dialoghi’ di pordenonelegge che diventano una “forma” di incontro caratteristica del festival del libro con gli autori, appuntamento con Marco Balzano e Mario Desiati che scandaglieranno vite segnate di persone che resterebbero impigliate nel silenzio, e gli amori di una generazione irregolare, fluida, sradicata (ore 21 Capitol e in differita martedì 28 settembre alle ore 18). Mauro Covacich e Francesca Stoppa scaveranno nel mito e nell’esperienza della corsa in un’autobiografia atletica per esplorare le ragioni di una passione inarrestabile (ore 15 Capitol e in differita su pnlegge TV domenica 26 settembre alle ore 18). Tito Boeri e Sergio Rizzo, in dialogo con Omar Monestier, fanno i conti con l’Italia di oggi, che un’emergenza sanitaria ha portato sull’orlo del disastro economico. L’incontro alle ore 17.30 Spazio Ellero e in differita domenica 26 settembre su pnlegge TV e in serata a Casarsa della Delizia, alle ore 21 Teatro Pier Paolo Pasolini, presenta Chiara Mio. Nel dialogo tra Flavio Valeri e Zeno D’Agostino, insieme all’Ambasciatore Viktor Elbling (in collegamento), coordinati da Paolo Possamai, si farà il punto sulle relazioni presenti e future tra Italia e Germania, tra loro molto più strettamente legate di quanto generalmente si creda (ore 18 al Capitol e in differita alle ore 20 su pnlegge TV). La collaborazione tra FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) e pordenonelegge segna una serie di dialoghi dedicati al racconto italiano dell’Ottocento e del Novecento, il primo di due appuntamenti domani, alle ore 21 Spazio Gabelli, per un elogio al mondo e alla scrittura di Edmondo De Amicis, con Gabriele Pedullà, Marcello Fois e Paolo Di Paolo. Di “Fughe e tradimenti” parleranno alle 21 domani Silvia Avallone, Carmen Totaro  e Paolo Giordano (ore 21, Spazio San Giorgio). del sentimento dell’amicizia Silvia Avallone converserà con Gloria De Antoni (ore 18 Spilimbergo, Piazza Garibaldi). A San Vito al Tagliamento, alle ore 18.30 nell’Auditorium comunale, l’incontro con Melania Mazzucco in dialogo con Fulvio Dell’Agnese per scoprire fasti, intrighi, violenze e miserie della Roma dei papi, e il fervore di un secolo insieme bigotto e libertino. E al PalaPAFF! alle ore 19 e in differita alle ore 22 su pnlegge TV, Daria Bignardi, insieme a Valentina Gasparet, racconterà il suo ultimo romanzo, una storia che mescola leggerezza e profondità, ed esplora il nostro rapporto con il dolore. E Marco Balzano, in dialogo con Valentina Barengo, scandaglierà vite segnate di persone che resterebbero impigliate nel silenzio, e gli amori di una generazione irregolare, fluida, sradicata (ore 18 a Cordenons, Centro culturale Aldo Moro).

Domani ancora alle 15 a San Vito al Tagliamento - Lean Experience Factory il Premio Letteratura d’Impresa e sempre alle 15 con “Piccole Patrie”, Toni Capuozzo racconterà, insieme a Giovanni Santarossa, tutto quello che lo ha incuriosito: viaggi e persone, guerre e catastrofi naturali, piccole storie e cronache nere, amori e avventure (PalaPAFF! e in differita alle ore 19 su pnlegge TV). Insieme a Fabio Gambaro, Matteo Codignola e Francesco Recami, partendo dai loro libri, si parlerà di letteratura e humor (ore 15 Spazio Gabelli). In dialogo con Giuseppe Ragogna, Daniele Marini fornirà invece un lessico del nuovo mondo, per capire meglio i cambiamenti sociali e economici (ore 15 Auditorium Istituto Vendramini). In un appuntamento con Coldiretti, Nunzio Primavera ci accompagnerà, con Silvia Bosco, nell’incantevole uliveto del monastero della Madonnella del Monte, riparo eremitico delle monache benedettine (ore 16.30 Loggia del Municipio).

 

Anche domani pordenonelegge riserva un appuntamento speciale alle celebrazioni per il centenario dalla nascita di Andrea Zanzotto, con la presentazione di “Zanzotto. Traduzioni trapianti imitazioni” (Mondadori), a cura di Giuseppe Sandrini: una raccolta del tutto inedita, che comprende il ricchissimo laboratorio delle traduzioni poetiche di Zanzotto, destinato a un libro mai uscito (dall’ Eneide ai poeti francesi a Hölderlin, a poeti rumeni e arabi). E sempre per Mondadori “Andrea Zanzotto. Erratici. Poesie disperse e altre poesie 1937 – 2011”, a cura di Francesco Carbognin e Simona d’Orazio: una raccolta di fatto inedita, che comprende la copiosa produzione di poesie pubblicate da Zanzotto in vita in riviste e antologie e mai da lui raccolte. L’incontro con i curatori Giuseppe Sandrini e Francesco Carbognin alle ore 15 Libreria della poesia, Palazzo Gregoris.

Ulteriore occasione di ricordo e celebrazione domani al festival con la presentazione, in anteprima, del volume “Per Mario Benedetti” (Mimesis editore), a cura di Alberto Garlini, Luigia Sorrentino, Gian Mario Villalta. Quarantacinque poeti e critici ricordano il poeta italiano Mario Bendetti, vittima della pandemia nel 2020, e la sua opera. L’incontro insieme ai curatori Luigia Sorrentino e Alberto Garlini e Alberto Bertoni, Maria Borio, Milo De Angelis e Stefano Raimondi (ore 21, La Libreria della Poesia, Palazzo Grogoris).

Nella Libreria della Poesia, Palazzo Gregoris, alle ore 17, si parlerà di spazio, tempo, evoluzione della materia insieme a Franco Buffoni e Marco Corsi. Alle ore 19, i poeti Alberto Bertoni e Stefano Raimondi presentano le loro due ultime raccolte.

Terzo appuntamento con i documentari dedicati ai poeti, in collaborazione con Cinemazero, la presentazione di “Leo di Leo” dedicato al “poeta sindacalista” Leonardo Zanier, un lavoro diretto da Stefano Lizier in anteprima a pordenonelegge (ore 17.30 Cinemazero).

Alberto Casadei, insieme a Paolo Mutti, presenta “Le selve di Dante”: il rapporto di Dante con la Natura e in particolare con gli alberi sacri, veri o inventati, legati ai modelli narrativi che rappresentano l’aldilà (ore 10.30, PalaPaff). Partirà dalla figura di Dante per arrivare a Einstein, anche l’incontro con Luca Novelli, tra scienza, disegno e illustrazione, per celebrare a pordenonelegge i 20 anni della collana Lampi di genio. Presentano Angelo Bertani e Silvia Pignat, appuntamento alle ore 17 Auditorium Casa dello Studente Antonio Zanussi. In collaborazione con Associazione OBLIQUO, ci saranno tre incontri dedicati al libro e all’editoria visiva: con Giovanna Silva per un’indagine visiva volta all’esplorazione di Roma. Modera Alessandro Calabrese, alle ore 19.30 Auditorium PAFF!

Ricco il cartellone degli appuntamenti serali, alle ore 21 al Ridotto del Teatro Verdi, per scoprire la storia della novantenne Chiaretta, baciata dal talento sportivo, ricercatrice scientifica di rilievo, una donna che ha vissuto molte vite in una (e una più interessante dell'altra). Con Francesca Colesanti, presentano Luca Calzolari e Roberto Mantovani. Alla stessa ore, Spazio San Giorgio, Silvia Avallone e Carmen Totaro, con Paolo Giordano, ci porteranno dentro rapporti personali difficili e misteriosi, come quelli famigliari e amicali, costruiti spesso di duelli di parole e silenzi. L’evento sarà visibile in differita su pnlegge TV lunedì 27 settembre alle ore 20. A pordenonelegge torna Flavio Caroli, insieme a Maurizio Cucchi, per parlarci dei sette pilastri dell'arte di oggi, un viaggio che va da Pollock alle bufere del nuovo millennio (ore 21 Teatro Verdi e in diretta streaming su pnlegge TV). Michel Carlana, intervistato da Chiara Becciu, ci porterà invece a fare un viaggio nell’architettura Novecento attraverso la lettura delle opere “rimaste” di Quirino De Giorgio (ore 21 Auditorium Istituto Vendramini).

Marco Albino Ferrari, con Lorenzo Carpanè, ci racconterà una storia che è come un gioco di specchi, che ha per sfondo la montagna, e che si dipana attraverso il rapporto sorprendente e affascinante fra madre e figlio (ore 21.30 Auditorium della Regione). La classe di recitazione di Speakeasy partecipa a una lettura scenica con Monica CapuaniLisa MorasGiuliana Musso di testi teatrali contemporanei (ore 21.30 Spazio Ellero e in differita su pnlegge TV mercoledì 29 settembre alle ore 21.30).

 

Tutti a scuola insieme a pordenonelegge, domani Sara Beinat e Federica Pagnucco ci racconteranno che la casa è dove c’è lo spazio per i propri sogni e costruire case è un’arte e anche un gesto d’amore (ore 10 nell’Auditorium PAFF!). La montagna, i panorami mozzafiato e le avventure emozionanti di un’estate in rifugio saranno protagonisti dell’incontro con Sofia Gallo. Presentano Luca Calzolari e Roberto Mantovani, appuntamento ore 10 Auditorium Istituto Vendramini. Domani alle ore 10 Spazio San Giorgio e in differita alle ore 12 su pnlegge TV, Marco Baliani proporrà invece un reading del suo romanzo, per ragazzi ma non solo, sul potere dei legami e sull’energia che collega mondi e tempi lontani. Con Alberto Casadei alla scoperta delle selve di Dante (ore 10.30 PalaPAFF! e in differita sabato 25 settembre alle ore 18 su pnlegge TV). Christiana Ruggeri, giornalista del TG2, racconterà le sue “green girls”, storie vere di ragazze determinate e appassionate, che hanno un obiettivo comune: salvare la terra. Insieme ad Alessandra Gabelli, alle ore 10.30 Auditorium Concordia. Con Paolo Di PaoloGabriele PedullàGian Mario Villalta, un incontro dedicato al racconto della letteratura del novecento, alle novelle da Nievo a Pirandello (ore 10.30 Ridotto del Teatro Verdi). Giosuè Calaciura, in dialogo con Alberto Garlini, tornerà invece su una delle storie fondanti della nostra scrittura, quella dei Vangeli (ore 11 Auditorium della Regione). Di classici parlerà Ivano Dionigi, insieme a Piervincenzo Di Terlizzi, come libri competenti in umanità e i maestri di saggezza, che ci insegnano a seguire i nostri demoni (ore 11 Spazio Ellero e in differita alle ore 16 su pnlegge TV). S.E. Vincenzo Bertolone, insieme a Massimiliano Pastrovicchio, ripercorrerà i giorni del giudice Rosario Livatino, che scorrono tra le mani di chi legge il suo libro, in maniera asciutta, essenziale, diretta, con sensibilità, equilibrio e decoro (ore 11.30 Capitol e in differita su pnlegge TV sabato 25 settembre alle ore 20).