A scuola con pordenonelegge 2021

Si torna a scuola, per un nuovo anno scolastico, e idealmente la campanella squillerà proprio con pordenonelegge 2021: mercoledì 15 settembre, giornata inaugurale del festival, una chiamata speciale sarà dedicata agli studenti delle scuole superiori, che torneranno sui banchi di scuola da giovedì 16 settembre.

E pordenonelegge li attende subito, insieme ai loro familiari e insegnanti, per i tanti incontri della prima mattinata della Festa del Libro. Pordenonelegge come un’aula vivacissima per ripartire insieme fra letture e dialoghi animati. Ci sarà un Dante da sfogliare e soprattutto da “gustare”, nei passaggi della Commedia legati al cibo: Davide Rondoni, Riccardo Drusi e Domenico De Martino leggeranno una selezione di canti nell’ambito delle letture a cura dei ragazzi del Liceo Leopardi-Majorana di Pordenone. E ci sarà una “Waste land” da esplorare, fra TS Eliot e il nostro tempo alle prese con l’urgenza ambientale.  Ma soprattutto, nella prima giornata di pordenonelegge per le scuole superiori ecco il prof-scrittore Enrico Galiano ad attendere i ragazzi nell’Aula del festival, per insegnarci a guardare a Dante, Boccaccio e Manzoni, e a tutti gli altri autori che studiamo a scuola, come se fossero nostri contemporanei. E tantissimi altri incontri sono dedicati agli studenti più giovani, sin da mercoledì 15 settembre: sono ben 48 gli appuntamenti per le scuole in quattro giorni, un vero festival di autori e libri dedicati alle lettrici e lettori dalle primarie alle superiori. «Ci auguriamo di poter avere con noi tanti giovani lettori nelle quattro giornate di pordenonelegge pensate anche per le scuole - spiega Valentina Gasparet, curatrice di pordenonelegge e della sezione dedicata ai giovani – Siamo consapevoli delle criticità legate alla riapertura delle scuole: i nostri incontri con gli autori saranno finalmente di nuovo in presenza, con le necessarie limitazioni e nel completo rispetto di tutte le disposizioni di sicurezza anti-covid19, e in molti casi saranno accessibili anche online. Il programma degli appuntamenti dedicati alle studentesse e agli studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado è raccolto sul sito pordenonelegge.it nella sezione apposita che apre la homepage del festival. Pordenonelegge segue le normative nazionali e chiederà di indossare la mascherina ed esibire il green pass ai ragazzi dai 12 anni compiuti. L’appuntamento con le prenotazioni è già fissato per giovedì 9 settembre, esclusivamente online e fino a esaurimento dei posti disponibili: ogni insegnante potrà cliccare l'apposito pulsante che compare accanto ad ogni appuntamento e compilare in ogni sua parte il form con i dati richiesti. Pordenonelegge, dunque, ancora una volta, si apre alle classi in presenza ma potrà anche entrare in tutte le scuole italiane attraverso lo streaming degli eventi online e su piattaforma.



PORDENONELEGGE PER LETTRICI E LETTORI UNDER 14

I primi passi del programma per i bambini e ai ragazzi under 14 si muoveranno nella Selva oscura di Dante, con un Virgilio d’eccezione: Daniele Aristarco li accompagnerà infatti nella Divina Commedia, la grande opera del Poeta fiorentino, nei 700 anni dalla sua scomparsa. Intorno alla figura di Dante saranno anche gli incontri con Luca Novelli e il dialogo con Pierdomenico Baccalario e Davide Morosinotto. Oltre 260 recensioni sono arrivate quest’anno per i libri al centro del contest “Caro autore, ti scrivo…”, che vede un magnifico poker di autori: l’autrice olandese Hana Tooke con Gli inadottabili; Pierdomenico Baccalario con Hoopdriver. Duecento Miglia Di Libertà; Marta Palazzesi con Mustang e Francesco Formaggi con Anselmo e Greta. Ancora la grande narrativa sarà al centro di diversi dialoghi, intorno ad alcuni dei libri più interessanti di questa stagione. Si tratta dell’incontro con Pino Roveredo e Antonio Ferrara, di quello con Chiara Carminati e Annalisa Cima, sulla Storie e le storie; e del dialogo con Matteo Bussola e Michele D’Ignazio, sulla bellezza delle differenze. A pordenonelegge 2020 ritorna anche l’importante focus sulla scienza, sulla natura e sull’ambiente, che avrà protagonisti di eccezione. A partire dall’incontro con Federico Taddia e l’immunologa Antonella Viola, e dell’incontro con Barbara Mazzolai, biologa e vice-direttrice alla Robotica dell’Istituto Italiano di Tecnologia, che ci svelerà tutti i segreti delle piante; al centro queste ultime anche dell’incontro con Stefano Bordiglioni e Irene Penazzi. La montagna invece sarà protagonista dell’incontro con Sofia Gallo. Christiana Ruggeri, giornalista del TG2, racconterà le sue “green girls”, storie vere di ragazze che hanno un obiettivo comune: salvare la terra. E ancora a pordenonelegge grande spazio all’illustrazione e all’arte per i ragazzi, a cominciare dall’incontro, promosso dal PAFF!, con Ugo Furlan e Stella Nosella. Sara Beinat e Federica Pagnucco ci racconteranno le case. Il Premio Andersen come Migliore illustratrice, Arianna Papini, nell’incontro realizzato con FISM (Federazione Scuole Materne – Pordenone), attraverso i suoi splendidi acquarelli, ci parlerà di felicità. E infine bambini incontreranno la grande arte di Tullio Pericoli. Ritorna al festival il progetto Leggiamo 0-18, promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso Radio Magica, che realizzerà insieme ai ragazzi alcuni speciali video-interviste. Per i più piccoli poi non mancheranno alcuni momenti di lettura a cura di Nati per Leggere FVG, del Comitato Libro Parlato San Vito e della Biblioteca di Sara. E sempre per i più piccoli, per il progetto LibRobot dell’Istituto Kennedy di Pordenone, ci sarà un narratore di eccezione, il super-robot Alfio.

 

PORDENONELEGGE PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI

Tanti, da mercoledì 15 e venerdì 17 settembre, gli incontri dedicati alle studentesse e studenti delle Scuole Superiori: si parlerà di scienza, di letteratura e classici, e naturalmente anche di Dante Alighieri. Con Alberto Casadei entreremo invece nella “Selve di Dante” e nei meandri del rapporto del Sommo con la natura. E ancora insieme al poeta Davide Rondoni si potrà percorrere il sentiero suggestivo dell’ispirazione poetica legata alla natura. Raffaella Laezza svelerà invece “inquiete sequenze” ossia una moltitudine di schizzi, scritti, annotazioni in cui Leonardo Da Vinci processava le sequenze dei fenomeni naturali e nel contempo ne rivelava i principi geometrico-matematici per architetture possibili. Da Giulio Guidorizzi e Silvia Romani arriverà una imperdibile “Guida mitologica alle isole della Grecia; si analizzerà il tempo con lo scienziato Guido Tonelli; di satira antica e moderna converseranno Alberto Camerotto, Piervincenzo Di Terlizzi e Valeria Melis; mentre il poeta Andrea Cortellessa racconterà il “suo” Zanzotto nel centenario dalla nascita del grande autore di Pieve di Soligo. Ed Eva Cantarella, con Nicola Gardini, esaminerà le sorti di “Atene e Sparta: una lingua, due destini”. Jacopo Veneziani interverrà sulle interessanti e inedite “Simmetrie” tra passato e presente raccolte nel tempo e l’attore Marco Baliani si soffermerà sulle pagine de “La pietra oscura”. Le short stories che dal Medioevo al primo dopoguerra sono state chiamate “novelle”, patrimonio notevolissimo della letteratura italiana, a un certo punto diventano “racconti”: gli scrittori Paolo Di Paolo, Gabriele Pedullà e Gian Mario Villalta ci guideranno in questo percorso da Nievo a Pirandello, e con Ivano Dionigi si seguirà il filo rosso dei classici. Di tematiche attuali come il razzismo, le ragazze e i ragazzi potranno conversare con l’ex stella del calcio internazionale, Lilian Thuram. In altri appuntamenti potranno poi scoprire il Gesù di Giosuè Calaciura, un giovanissimo viandante in un cammino pieno di sorprese, passioni e tradimenti, dolcezza e violenza, e il giudice Rosario Livatino raccontato da S.E. Monsignor Vincenzo Bertolone.

E ancora, lo scrittore Paolo Giordano sarà protagonista speciale a pordenonelegge 2021 dell’Incontro con le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato al contest “La storia siamo noi”, promosso da Fondazione Pordenonelegge e Istituto Flora, con la collaborazione dell’Area Giovani CRO Aviano e degli Assessorati alla Cultura e Istruzione della Regione Friuli Venezia Giulia. Il contest è un grande esperimento di scrittura collettiva dei giovani italiani per raccontare uno dei periodi più cupi e complicati della storia contemporanea: la pandemia Covid-19. L’ebook con i testi selezionati de "La storia siamo noi" sarà presentato sabato 18 settembre, alle 9.30, allo Spazio Ellero in anteprima a pordenonelegge 2021. Nel contest, ai ragazzi è stato chiesto di raccontare i giorni del Covid per i libri di storia di domani: un’immagine tradotta in parole, un guizzo della mente che restituisca questo nostro tempo e come è stato vissuto sulla propria pelle.