pordenonelegge scuole 2020

Pordenonelegge e le giovani generazioni di lettrici e lettori: un rapporto che si è consolidato nel tempo per sfogliare insieme le novità di stagione, ritrovare i classici, coltivare la passione per i libri. Un legame che si rinnova dal 16 settembre, in coincidenza con la ripresa dell’anno scolastico in regione e con l’avvio della 21^ edizione.

«Quest’anno le cose saranno un po’ diverse spiega Valentina Gasparet, curatrice di pordenonelegge e del cartellone junior - Dopo mesi lontani dalle aule e dai loro compagni, i ragazzi ritorneranno finalmente a scuola proprio nei giorni del festival, ma non sarà possibile prevedere la loro partecipazione agli incontri con gli autori in presenza. Per dare comunque un segno di continuità e vicinanza, pordenonelegge ha voluto costruito un piccolo percorso di appuntamenti, accessibile ai ragazzi e ai loro insegnanti online, sulla piattaforma ZOOM e sul sito del festival – nel Palinsesto della PNLEGGE TV - fruibili quindi direttamente da tutte le scuole italiane».

Dal 16 al 20 settembre 2020, il PROGRAMMA SCUOLE dedicato ai bambini e ai ragazzi under 14 riunirà voci importanti, capaci di raccontare grandi storie del passato ma anche il mondo intorno a noi, per trascinare i ragazzi in quell’esperienza straordinaria che è la lettura. Si parte dalla selezione del “Caro autore, ti scrivo…”, il tradizionale concorso promosso da pordenonelegge per gli studenti delle Scuole Secondarie di primo grado, che vede un magnifico poker di autori con romanzi e opere “di formazione”: sono l’autrice olandese Annet Huizing con Come ho scritto un libro per caso; Andrea Atzori e Andrea Pau Melis con Fiume Europa; Sabina Colloredo con Non chiamarmi strega; Davide Morosinotto con Il fiore perduto dello sciamano di K. Gli incontri sono in programma nelle mattine di mercoledì 16 e sabato 19 settembre. Federico Taddia, Marco Cattaneo e Pierdomenico Baccalario presenteranno in anteprima al festival uno speciale e utilissimo manuale di giochi di gruppo (anche) a un metro di distanza. Ancora la grande narrativa sarà al centro di un altro incontro dedicato ai ragazzi delle scuole Medie, quello con Silvia Vecchini e Matteo Corradini, mentre alcuni incontri sono stati immaginati come “speciali lezioni”, a partire da quelle “spaventose” di matematica e geometria che terrà Lorenzo Baglioni. Anche Annalisa Strada salirà in cattedra, raccontando ai ragazzi quanto Dante, Leopardi e Manzoni siano dei “fighi”. E poi la Storia e le storie, tra vita vera e romanzo, saranno al centro di un affascinante dialogo tra Carlo Greppi e Elisa Puricelli Guerra. E a pordenonelegge 2020 ritorna anche il consueto, importante focus sulla natura e sull’ambiente, che avrà come protagonisti Irene Borgna e Giuseppe Festa; Bruno Cignini e Guido Sgardoli, a partire dai loro libri, racconteranno gli animali più vicini a noi, quelli che abitano le nostre città e le nostre case. Un gradito ritorno a pordenonelegge sarà quello di Andrea Vico che, insieme a Lucia Vaccarino, presenterà la sua nuova collana di libri per “salvare il mondo”. Infine, solo due saranno gli appuntamenti “live”, pensati per i più piccoli e le loro famiglie, in presenza: quello con Jeffery Osoiwanlan e la sua Fattoria degli animali (sabato 19 settembre, ore 15.30, Loggia del Municipio) e l’incontro con le magnifiche storie e immagini di Gek Tessaro (sabato 19 settembre, ore 18, Spazio S.Giorgio).



Per i ragazzi delle Scuole Superiori ci sono proposte avvincenti pensate per un collegamento in presa diretta in orario scolastico, grazie alla PNLEGGE TV: si parte mercoledì 16 settembre con lo streaming live dell’incontro con Alberto Bertoni, che affronterà la questione del "fare poesia" dopo la Shoah. Sempre mercoledì, alle ore 11, riflettori su Tim Marshall e “Le 10 mappe che spiegano il mondo”. Senza geografia, suggerisce Tim Marshall, non avremo mai il quadro complessivo degli eventi: così facendo, prova a immaginare il futuro delle zone più calde del pianeta. Certamente interessante per i ragazzi potrà essere anche la lezione che terrà lo psicoanalista Massimo Recalcati, chiamato a inaugurare pordenonelegge 2020 nel segno della “Fratellanza”, visibile per loro in replica giovedì 17 settembre, alle ore 10. Sempre Giovedì 17 settembre, ma alle 11, riflettori sulla vicenda di Giulio Regeni attraverso l’incontro con i suoi genitori, Paola Deffendi e Claudio Regeni, affiancati dall’avvocato Alessandra Ballerini: “Giulio fa cose” titola il libro che racconta la tragedia legata all’uccisione in Egitto e l’impegno perchè sia fatta chiarezza sulla sua cattura e la sua morte. Venerdì 18 settembre alle ore 10 appuntamento con i giornalisti e saggisti Roberto CarneroPiero Dorfles per parlare proprio di scuola e letteratura: è possibile trovare un legame tra il mondo degli studenti e le pagine illustri dei secoli passati? E subito dopo, alle ore 11, protagonista sarà il grande fisico e divulgatore Jim Al Khalili, in dialogo con l’autrice Chiara Valerio, per un vasto excursus dedicato alla fisica, forse la più radicale delle avventure intellettuali umane. Sabato 19 settembre ancora due incontri con grandi autori: alle ore 10 lo scrittore e storico dell’arte Antonio Forcellino traccerà un ritratto a tinte vivide di uno dei grandi nomi del Rinascimento, Raffello Sanzio. Alle 11 il testimone passerà alla leggendaria esperta di comunicazione Annamaria Testa, per una ricognizione sulla creatività in rapporto al nostro quotidiano e alle nostre relazioni, sulle idee davvero buone nella comunicazione. Tre le proposte su piattaforma digitale: nella giornata inaugurale (mercoledì 16 settembre, ore 11, Piattaforma Google Hangouts Meet) ecco l’appuntamento promosso da Classici contro, “Dike. Ovvero della giustizia fra l’olimpo e la terra”, che vedrà protagonisti Filippomaria Pontani, Aglaia McClintockDino PiovanAlberto Camerotto, impegnati in un confronto serrato e fecondo con il mondo antico sul tema della giustizia terrena e della giustizia divina. Sabato 19 settembre alle 9.30 su ZOOM sarà Alberto Casadei, ordinario di Letteratura italiana all’Università di Pisa, a spiegarci “come usare bene il Centenario di Dante” intrecciando indagine storica e analisi poetica, interpretazioni artistiche e informatiche. Attesissima, infine, sempre sabato alle 11.30 su piattaforma ZOOM, la presentazione dell’ebook “Sposta la tua mente al dopo… e raccontalo”, realizzato con una selezione dei testi inviati dagli studenti delle Scuole Superiori del Friuli Venezia Giulia e delle zone rosse colpite dal Covid.

 

 

Prenotazioni Piattaforma ZOOM: a partire dal 7 settembre nel sito www.pordenonelegge.it attraverso l’apposito form dedicato alle scuole,.  Info e dettagli: in orario d’ufficio tel 0434.1573100 email [email protected] Appuntamenti online PNLEGGE TV: accesso libero nel sito www.pordenonelegge.it