E' in arrivo pordenonelegge 2021

Pordenonelegge 2021 riparte “dal mare, dal tempo”: dagli antichi che, parlandoci attraverso i libri, generano la sensazione di sentire davvero la loro voce e percepire la loro umanità. La 22^ edizione apre mercoledì 15 settembre focalizzando su cinque figure dell’antichità classica e mitologica: Omero, Virgilio, Circe, Penelope, Arianna.

«Cinque icone ancora oggi immerse nella nostra cultura – spiega Gian Mario Villalta, direttore artistico di pordenonelegge - da interrogare per sentire cosa tramandano dal loro tempo remoto, e cosa affiora da quel mare che, in passato, ha diviso e insieme unito i popoli». Appuntamento quindi a pordenonelegge per un’edizione straordinaria del programma Rai Radio3 “Tutta l’umanità ne parla” con la partecipazione degli autori Edoardo Camurri e Pietro Del Soldà: sarano tre le sedi inaugurali di pordenonelegge 2021 - per la prima volta anche due città di mare, Trieste e Lignano - con un filo rosso che, dalle 18.30 dopo i saluti istituzionali al Teatro Verdi di Pordenone, correrà nel tempo e nello spazio attraverso cinque “interviste impossibili”, cinque conversazioni fra passato e presente, con uno sguardo al futuro che stiamo costruendo. Così, se a Pordenone saranno Edoardo Camurri e Pietro Del Soldà ad avviare il dialogo con Omero, Virgilio e Circe, che risponderanno con le voci di Giulio Guidorizzi, Nicola Gardini ed Eva Cantarella, alla stessa ora nella Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro incontreremo Arianna, che avrà la voce e il volto di Iaia Forte. Ascolteremo la sua storia e l’intervista curata da Alberto Garlini sulle note del sax di Angelo Di Giorgio. Contemporaneamente, a Trieste, nel salone di Eataly affacciato sul golfo del Nord Adriatico, l’attrice Teresa Saponangelo – reduce, come Iaia Forte, dalla Mostra del Cinema di Venezia – sarà invece Penelope e ci racconterà della sua vicenda, prima dell’intervista curata da Valentina Gasparet e accompagnata dal sax di Gabriele Barbetti. Le tre sedi saranno collegate in diretta.

Pordenonelegge 2021 è in programma dal 15 al 19 settembre 2021: è la 22^ edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana, anche quest’anno celebrata pur fra le difficoltà e precauzioni legate alla crisi pandemica. Oltre 250 eventi e 500 protagonisti italiani e internazionali si avvicenderanno in 5 giorni e in 10 citta’ – oltre a Pordenone, Trieste e Lignano anche Azzano Decimo, Casarsa della Delizia, Cordenons, Maniago, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo - con 45 prime editoriali e oltre 70 video dirette e video differite per tutti, online in un clic sulla PNlegge TV, per seguire ogni giorno in presa diretta la Festa del Libro, anche da remoto, grazie al supporto di Videe. Una programmazione che arriverà agli spettatori dei cinque continenti grazie alla collaborazione avviata con gli Istituti Italiani di Cultura: la 22^ edizione di pordenonelegge sarà così promossa a livello globale e rilanciata, nel corso del festival, attraverso 42 sedi. La Festa del Libro diventa riferimento, con i suoi protagonisti e le sue novità, per i navigatori di tutto il mondo. Hanno aderito finora le sedi degli Istituti Italiani di Cultura di Abu Dhabi, Addis Abeba, Algeri, Amburgo, Atene, Barcellona, Beirut, Belgrado, Berlino, Bratislava, Bruxelles, Bucarest, Buenos Aires, Cordoba, Cracovia, Dublino, Edimburgo, Haifa, Helsinki, Hong Kong, Il Cairo, Lione, Lisbona, Londra, Madrid, Marsiglia, Melbourne, Montevideo, Monaco di Baviera, Montreal, Mosca, Mumbai, Nairobi, Pechino, Rabat, San Paolo, Seoul, Sydney, Sofia, Stoccarda, Toronto, Tunisi.

Promosso dalla Fondazione Pordenonelegge presieduta da Michelangelo Agrusti, curato da Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, pordenonelegge 2021 è realizzato in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio di Pordenone - Udine, il Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Cinemazero e Crédit Agricole FriulAdria. Dettagli e programma su pordenonelegge.it


I PARTNER DI PORDENONELEGGE SI PRESENTANO.
Clicca qui per vedere le loro schede


PORDENONELEGGE 2021 ABBRACCIA L’AGENDA 2030 E I 17 OBIETTIVI DI SOSTENIBILITA’ INDICATI DALLE NAZIONI UNITE.

Pordenonelegge avrà un importante valore aggiunto, quest’anno, l’Agenda 2030 come “bussola” per leggere il programma. Il cartellone del festival, infatti, abbraccerà i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, indicati per ciascun appuntamento da un’icona speciale al fianco degli incontri. Così pordenonelegge diventa “ambasciatore” di sensibilizzazione per la sostenibilità, evidenziando i valori racchiusi nelle pagine di molti libri alla base degli incontri sia in ambito saggistico che sul versante della narrativa. Autori, editori e libri hanno già avviato il loro percorso in direzione del traguardo 2030, e pordenonelegge con il suo “gioco della sostenibilità” ha voluto rendere evidente questo impegno. Sono circa 200 gli incontri del cartellone di pordenonelegge 2021 che si collegheranno agli Obiettivi 2030 con un’icona dedicata, rendendo gli autori veri e propri “testimonial” di sostenibilita’ attraverso le loro riflessioni. dalla riduzione delle diseguaglianze all’impegno contro il cambiamento climatico, dalla produzione e consumo sostenibile all’istruzione di qualità, dalle citta’ inclusive alla promozione di societa’ pacifiche e istituzioni efficaci. Fra le voci in frontline nel percorso sostenibilità di pordenonelegge ci sono anche Lilian Thuram, Zerocalcare, Pif, Tito Boeri, Andrea Segre’, Eliana Liotta, Davide Rondoni, Massimiliano Ossini, Cinzia Scaffidi, Lorenzo Marone, Daniele Zovi, Sergio Bellucci, Flavio Valeri, Paolo Baratta e tanti altri.

PORDENONELEGGE 2021, ZANZOTTO E CAMPIELLO NELLA SERATA INAUGURALE.

Come sempre, pordenonelegge cercherà di raccontare, attraverso i libri, il mondo che si agita intorno a noi, tra le sue incertezze e la sua bellezza. Nella serata inaugurale la poesia, grande festival nel festival chiamata subito a celebrare il centenario di Andrea Zanzotto, si intreccerà alla letteratura: e alla serata per il Premio Campiello, con la partecipazione anche della vincitrice della 49^ edizione Giulia Caminito. Introduzione del percorso dedicato a Zanzotto sarà, mercoledì 15 settembre (Spazio Ellero ore 21), l’incontro Zanzotto 100, dedicato all’eredità poetica del Maestro, un gioco inventato da Andrea Cortellessa con 16 poeti, quattro per ogni partita, che in modi diversi hanno attraversato l’eredità di forma e di pensiero del poeta di Pieve di Soligo. A Pordenone parteciperanno Stefano Dal Bianco, Giovanna Frene, Nicola Gardini e Marco Munaro. Tre i libri in uscita a pordenonelegge per ricordare Zanzotto e ricomporne l’identità artistica: innanzitutto la monografia di Andrea Cortellessa, “Zanzotto. Il canto nella terra” (Laterza), che si presenta giovedì 16 settembre. Edito Mondadori il festival presenterà inoltre “Zanzotto. Traduzioni trapianti imitazioni”, a cura di Giuseppe Sandrini: una raccolta del tutto inedita, che comprende il ricchissimo laboratorio delle traduzioni poetiche di Zanzotto: E sempre per Mondadori uscirà “Andrea Zanzotto. Erratici. Poesie disperse e altre poesie 1937 – 2011”, a cura di Francesco Carbognin e Simona d’Orazio: una raccolta di fatto inedita, che comprende la copiosa produzione di poesie pubblicate da Zanzotto in vita in riviste e antologie e mai da lui raccolte. Più in generale, la poesia sarà a pordenonelegge un vero festival nel festival e rinnoverà l’incontro fra generazioni diverse del “fare poesia”: come testimonia la prestigiosa Medaglia insignita dalla Camera dei Deputati per il contest “Pordenonelegge poesia. I poeti di vent’anni”.

A PORDENONELEGGE CON PRENOTAZIONE, GREEN PASS, AREA TAMPONI

La partecipazione agli incontri di pordenonelegge 2021 è gratuita con prenotazione obbligatoria e dietro esibizione della Certificazione verde COVID-19 – Green Pass per i maggiori di 12 anni. Grazie alla collaborazione tra Confindustria Alto Adriatico, Croce Rossa Italiana, Medici Cure Primarie Friuli Occidentale e Fondazione Pordenonelegge, per agevolare gli ingressi agli incontri nelle giornate del festival (15-19 settembre) verrà allestito un Punto Tamponi in Piazzetta Calderari gestito dalle suddette organizzazioni.

PORDENONELEGGE 2021, GRANDI PROTAGONISTI ITALIANI E INTERNAZIONALI.

A pordenonelegge il Maestro del romanzo storico Fernando Aramburu sarà insignito del Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo, e su questi temi dialogherà con il curatore Alberto Garlini. E moti altri autori stranieri del nostro tempo saranno protagonisti, alcuni in presenza e altri in collegamento: a cominciare da Kazuo Ishiguro, Premio Nobel per la Letteratura 2017 al festival con “Klara e il sole” in dialogo con lo scrittore Marco Balzano; e dallo statunitense Peter Cameron che a pordenonelegge presenterà in anteprima “Anno bisestile”, in dialogo con il critico Masolini D’Amico. E ci saranno lo scienziato genetista inglese Kevin Davies con il nuovo saggio sull’editing del DNA “Riscrivere l’umanità. La rivoluzione CRISPR e la nuova era dell’editing genetico”, l’ex star del calcio Lilian Thuram con il nuovo libro dedicato alla questione razziale “Il pensiero bianco”, la rivelazione britannica Graeme Armstrong, l’egiziana Nadia Wassef, uno dei più amati autori russi Evgenij Vodolazkin, l’autore olandese - iraniano Kader Abdolah, lo scrittore e artista Brian Catling, l’autrice e performer Natalie Haynes. Per la scrittura italiana: tante le grandi voci e molte le anteprime e novità da Melania Mazzucco, vincitrice del 2* Premio Letterario FVG, ad Alessandro Piperno, Edoardo Albinati, Vittorino Andreoli, Federico Rampini, Antonella Viola, Oscar Farinetti, e ci saranno anche Emanuele Trevi, Mauro Covacich, Daria Bignardi, Giuseppe Culicchia, Michele Serra, Lidia Ravera, Ilaria Tuti.

I dialoghi come guida agli intrecci di pordenonelegge: Eva Cantarella e Nicola Gardini parlano di letteratura greca, Mauro Corona e la figlia Marianna Corona della vita e della montagna, Silvia Avallone, Carmen Totaro e Paolo Giordano dialogano sui rapporti personali e i loro complicati risvolti, Walter Siti e Edoardo Albinati conversano sul “sale” della letteratura: l’ambivalenza, il dubbio, la contraddizione; Pif racconterà al festival una incredibile storia di mafia, Claudio Piersanti e Filippo La Porta parleranno del valore della letteratura, Paolo Cognetti, Giuseppe Mendicino e Enrico Brizzi rievocano Mario Rigoni Stern uomo e scrittore, Stefania Auci e Romana Petri si soffermano sul romanzo famigliare, Marco Balzano e Mario Desiati sulle vite difficili e i destini segnati, Mariapia Veladiano e Francesca Mannocchi sulla fragilità umana, Antonella Sbuelz e Tullio Avoledo ci portano dentro due storie “etiche” dal perfetto incastro narrativo, Vittorio Macioce e Eleonora Molisani parlano dell’amore contemporaneo, Matteo Codignola e Francesco Recami si confrontano su letteratura e humor, Pietro Ichino e Alessandro Bartezzaghi sull’enigmistica, Chiara Mio e Luca Testoni sulla sostenibilità in azienda, Telmo Pievani e Mauro Varotto propongono un interessante esperimento di distopia ambientale, Andrea Segrè e Ilaria Pertot scivolano verso il futuro con un libro inedito scritto insieme ai lettori.

Pordenonelegge esplora l’attualità fra economia, scienza, filosofia, arte e spettacolo: ci saranno anche Gennaro Sangiuliano, Massimo Recalcati, Toni Capuozzo, Gustavo Zagrebelsky, Flavio Caroli, Milo Manara, Luca Palamara, Alessandro Sallusti, Elena Cattaneo, Federico Taddia, Marino Niola, Guido Tonelli, Elisabetta Moro, Eliana Liotta, Andrea Moro, Giorgio Vallortigara, Pier Luigi Rossi, Mauro Magatti, Maurizio Ferraris, Luigi Zoja, Pier Aldo Rovatti, Armando Massarenti, Tullio Pericoli, …

E uno straordinario percorso di “Parole in scena con Zerocalcare, Giuliano Sangiorgi, Ricky Tognazzi, Giacomo Poretti, Davide Toffolo, Marco Baliani … In collaborazione con FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) pordenonelegge apre un percorso sul racconto italiano dell’Ottocento e del Novecento: due approfondimenti saranno dedicati a Verga e Pirandello, Fogazzaro e Percoto, con Gabriele Pedullà, Marcello Fois e Paolo Di Paolo, ulteriore incontro con i poeti Matteo Marchesini e Massimo Gezzi sul loro nuovo libro di racconti.  E continua anche la collaborazione con Fondazione Treccani Cultura, per uno spazio dedicato alla lingua italiana.

CON PORDENONELEGGE 2021, SI TORNA A SCUOLA!

E con pordenonelegge si torna a scuola! Ci sono 48 grandi appuntamenti per scandire le prime campanelle del nuovo anno scolastico, dal 15 settembre con chiamata speciale, nella giornata inaugurale, per gli studenti delle Scuole superiori. Pordenonelegge, quindi, come un’aula vivacissima per ripartire insieme fra letture e dialoghi animati. Ci sarà un Dante da sfogliare e soprattutto da “gustare”, nei passaggi della Commedia legati al cibo: Davide Rondoni, Riccardo Drusi e Domenico De Martino leggeranno una selezione di canti nell’ambito delle letture a cura dei ragazzi del Liceo Leopardi-Majorana di Pordenone. E ci sarà una “Waste land” da esplorare, fra TS Eliot e il nostro tempo alle prese con l’urgenza ambientale.  Ma soprattutto, nella prima giornata di pordenonelegge per le scuole superiori ecco il prof-scrittore Enrico Galiano ad attendere i ragazzi nell’Aula del festival, per insegnarci a guardare a Dante, Boccaccio e Manzoni, e a tutti gli altri autori che studiamo a scuola, come se fossero nostri contemporanei. Fra i protagonisti anche Pino Roveredo, Eva Cantarella, Paolo Di Paolo, Guido Tonelli, Alberto Casadei, Antonio Ferrara, Antonella Viola, Federico Taddia, Luca Novelli, Chiara Carminati, Matteo Bussola, Barbara Mazzolai, e naturalmente i quattro protagonisti di “Caro autore, ti scrivo”: ben 260 recensioni sono arrivate per i libri di Hana Tooke, Marta Palazzesi, Francesco Formaggi, Pierdomenico Baccalario. Lo scrittore Paolo Giordano sarà protagonista speciale a pordenonelegge 2021 dell’Incontro con le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato al contest “La storia siamo noi”, un grande esperimento di scrittura collettiva dei giovani italiani per raccontare uno dei periodi più cupi e complicati della storia contemporanea: la pandemia Covid-19. L’ebook sarà presentato sabato 18 settembre.

PORDENONELEGGE RINGRAZIA I MEDIA PER L’ATTENZIONE AL FESTIVAL.

Pordenonelegge ringrazia i media del territorio, dalla carta stampata ai siti e portali web, alle agenzie giornalistiche, radio, televisioni e canali social, e ringrazia i quotidiani di riferimento “Il Gazzettino” e “Messaggero Veneto”, che hanno condiviso alcuni significativi progetti negli anni scorsi e che avranno momenti dedicati anche nell’edizione 2021 del festival. Il festival ringrazia inoltre le testate nazionali per l’attenzione dedicata all’evento attraverso articoli, interviste, notizie e corrispondenze.

La RAI è Media Partner anche della XXII edizione di pordenonelegge. Una collaborazione consolidata nel tempo, che coinvolge le testate e le reti radio e tv del Servizio Pubblico, che anche quest’anno dedicherà un’attenzione speciale alla Festa del Libro con gli Autori. La RAI sarà in diretta da Pordenonelegge con Rai Radio1 e Rai Radio3, dunque informazione e attualità, ma anche intrattenimento e approfondimento culturale. In particolare Rai Radio1, accanto ai servizi per le edizioni dei GR sarà presente anche con le trasmissioni che si focalizzeranno dal vivo sui temi di pordenonelegge: come Prima Fila, il settimanale della redazione Cultura e Spettacolo del Gr, oltre alla storica habitué del festival Zapping. Rai Radio3 sarà live dalla Festa del Libro con gli Autori con le trasmissioni Fahrenheit e Tutta l’umanità ne parla. La presenza della RAI, come sempre, avrà il coordinamento dalla Sede Rai per il Friuli Venezia Giulia, che trasmetterà in diretta nel corso del festival con alcune puntate del programma Byblos a diffusione regionale, e la collaborazione della Testata Giornalistica Regionale con le edizioni quotidiane del TGR e del GRR che forniranno costanti aggiornamenti sul festival. Rai Cultura curerà lo streaming di alcuni eventi sul portale raicultura.it, tra cui l’evento inaugurale, mercoledì 15 settembre, realizzato in sinergia con Rai Radio3, e pubblicherà sul portale, al termine del Festival, uno Speciale dedicato.

Nel terzo anno di partecipazione al Festival, il 18 settembre, Rai Libri presenterà a pordenonelegge i volumi Kalipè. A passo d’uomo di Massimiliano Ossini e Ugo di Ricky, Gianmarco, Thomas e Maria Sole Tognazzi. Ossini, nel libro in anteprima, proseguirà il suo cammino a passo lento e corto nella direzione di un benessere psicofisico che passa attraverso un approccio più sostenibile verso la natura e il rispetto di ciò che ci circonda, Ricky Tognazzi racconterà invece «la vita, gli amori e gli scherzi di un papà di salvataggio», il grande Ugo, mito del cinema italiano e internazionale, narrato nel volume insieme ai fratelli.

PORDENONELEGGE, LIBRI DA VEDERE E DA COMPRARE

Anche per la XXII edizione di pordenonelegge le migliori proposte editoriali del territorio troveranno – in assoluta sicurezza e rispettando tutte le norme vigenti - un ampio spazio dedicato sotto la grande tensostruttura in Piazza XX Settembre: lo spazio “Editori a kmzero”, curato da Giovanni Santarossa. Ritorna “Una piazza piena di libri”, la mostra mercato a cura di LibrerieCoop, con tutti i libri del festival e una vasta scelta delle piccole case editrici di qualità.

Ritorna naturalmente anche Fuoricatalogo, con i libri che vorremmo leggere e che non riusciamo più a trovare, curata da Martincigh libreria antiquaria di Udine.

All'interno dello spazio dell’Ex Tipografia Savio da venerdì a domenica si terrà BookLook: cinque case editrici indipendenti selezionate dall’Associazione Obliquo esporranno in una mostra-mercato le proprie pubblicazioni, portando uno spaccato del mondo editoriale italiano specializzato in comunicazione visiva. Infine, ritrova il suo ormai storico spazio dedicato a Palazzo Gregoris, La libreria della Poesia, che propone un numero di titoli di opere poetiche non riscontrabile altrove.

Il progetto regionale di promozione della lettura LeggiAMO 0-18 sarà presente quest’anno a pordenonelegge, con diverse attività: dall’iniziativa “Un libro sospeso”, agli incontri dedicati alla letteratura per l’infanzia, fino alle video interviste in pillole “Penne d’oca”.


ALLEGATI

2021 Pordenonelegge comunicato stampa 9 settembre resoconto »


FOTOGALLERY