Nasce la Piazza delle Lettere

E' partito l’allestimento di Piazza delle Lettere. Giovedì 10 settembre alle 11 appuntamento con il taglio del nastro”, nel cuore della “city”. L’installazione dell’Alfabetiere, donato da Fondazione Pordenonelegge al Comune di pordenone, resterà in Piazza del Portello fino al 31 dicembre 2021.

A pochi giorni dalla partenza di pordenonelegge 2020, in programma dal 16 al 20 settembre, giovedì 10 settembre a Pordenone nasce ufficialmente “Piazza delle Lettere”: nel cuore della città, in Piazza del Portello - una “city” brulicante di uffici dove ogni giorno le parole definiscono la vita dei cittadini - sarà posizionato l’allestimento che ha fatto parlare di sè lo scorso anno, in occasione della 20^ edizione di pordenonelegge, l’Alfabetiere dei Poeti con 23 lettere adottate da altrettante aziende, enti pubblici, comunità di Pordenone. Il trasferimento delle lettere dal magazzino del Comune prenderà il via nella mattinata di oggi, giovedì 3 settembre. L’installazione letteraria, che Fondazione Pordenonelegge ha donato al Comune di Pordenone, resterà in Piazza del Portello fino al 31 dicembre 2021: la città si veste dunque di un’ulteriore meta turistica, originalissima e capace di esprimere l’anima letteraria di Pordenone, raccontando per tutto l’anno le suggestioni della Festa del Libro di settembre.  L’appuntamento con il taglio del nastro è per giovedì 10 settembre, alle 11: interverranno il Sindaco di Pordenone Alessandro Ciriani, il direttore dell’INAIL regionale Fabio Lo Faro, il Presidente della Fondazione Pordenonelegge Michelangelo Agrusti con il direttore Michela Zin e i curatori della Festa del Libro con gli Autori Gian Mario Villalta (Direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet.



L’inaugurazione della Piazza delle Lettere, giovedì 10 settembre, precederà l’incontro stampa per autorità e giornalisti dedicato alla 21^ edizione di pordenonelegge, in programma alle 12 in presenza nella sede di Fondazione Pordenonelegge a Palazzo Badini, e contestualmente su piattaforma zoom.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Pordenone con Fondazione Pordenonelegge e con INAIL - l’ente proprietario dello spazio dove saranno posizionate le grandi lettere dell’Alfabetiere – rinnova il volto di una piazza che si preannuncia nuovo crocevia urbano e spazio iconico di Pordenone “città delle lettere e della poesia”, grazie al suggestivo dedalo di lettere gialle alte due metri. Arriveranno anche le ultime due lettere adottate rispettivamente dalla Camera di Commercio di Udine e Pordenone – lettera X – e da Hydrogea, lettera Y. Solo tre lettere mancano quindi all’appello per completare l’Alfabetiere, e restano in attesa di supporters per ultimare l’installazione diffusa: sono le lettere J, Q, Z.

Il progetto Alfabetiere di pordenonelegge, nato su idea e progetto di Patrizio De Mattio dello Studio DM+B & Associati, realizzato dalla ditta Antoniolli di Pordenone, è stato raccontato con versi originali da un poeta per ciascuna lettera: Maddalena Lotter, Laura Pugno, Bernardo De Luca, Paolo Maccari, Eleonora Rimolo, Tommaso Di Dio, Francesco Maria Tipaldi, Maria Borio, Sebastiano Gatto, Franco Buffoni, Gian Maria Annovi, Giulia Rusconi, Alessandro Bellasio, Daniele Mencarelli, Stefano Dal Bianco, Maria Grazia Calandrone, Ivan Crico, Giovanna Rosadini, Naike Agata La Biunda, Tiziano Broggiato, Clery Celeste, Marco Pelliccioli, Azzurra D’Agostino, Francesca Serragnoli.

Ma vediamo chi ha reso possibile questo progetto con la sua “adozione”: la lettera a, è stata realizzata grazie al contributo di Antoniolli srl; per la b, dobbiamo ringraziare la Farmacia dr. De Lucca; a seguire, la c è stata adottata dall’Associazione il Capitello – Falegnameria Innocente Luigino, la d da De Blasio Associati; la e da Ermanno Bon Sicurezza e Ambiente, mentre la f da Fondazione Ado Furlan Pordenone – Spilimbergo; Giovanni Pavan ha scelto la g; Oesse Scambiatori di calore la h; mentre l’Interporto Pordenone la i; il Comune di Pordenone ha optato per la K; il Collegio Notarile di Pordenone per la l; la m è stata realizzata con il sostegno di Marcolin Covering, la n di Ferronato; la o di Confcooperative; Fondazione Pordenonelegge ha reso possibile la fabbricazione della p, Rina Rigo della r; Ciganotto Cinelli Salvato Mangione Commercialisti della s; Tirelli Medical Group della t; la Confindustria Alto Adriatico ha “adottato” la u; Enrico Varesco la v, mentre Trade Wood Company ha scelto la w. Ultime adottate la x (scelta dalla Camera di Commercio di Pordenone e Udine) e la y da Hydrogea.