Sposta la tua mente al dopo... e raccontalo


I ragazzi delle scuole superiori, insieme, verso il futuro
Scrivi un desiderio, l’avventura di un pensiero nuovo, lanciati a immaginare cosa farai, di diverso, quando tutto questo sarà veramente finito.


Il progetto Sposta la tua mente al dopo... E raccontalo, ideato, curato e coordinato da Istituto Flora e Fondazione Pordenonelegge, con la collaborazione dell'Area Giovani CRO, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia e la partecipazione delle scuole superiori del territorio regionale, nasce perché non vogliamo perdere la fiducia che abbiamo riposto nella possibilità di incontrarci nei racconti della vita.

E in questa inattesa, attuale realtà, che riguarda tutti, più intenso va il pensiero ai ragazzi, che devono affrontare stati d’animo opachi e relazionarsi con gli altri in un modo mai immaginato prima.
Un progetto che non vuole insistere su un tempo fermo, com’è questo faticoso presente, né su un dopo impegnato a ridiventare come prima, ma che intende sprigionare il futuro che si annida nell’immaginazione. Perché non sia solo un “dopo”, ma un dono, il filo di un desiderio da non lasciare più.

Ai ragazzi delle scuole superiori della città e del territorio chiediamo di scrivere un testo breve (file word, 1800 caratteri spazi inclusi max), narrativo o poetico, e di inviarlo via mail alla propria docente.
I testi dovranno essere quindi inoltrati all'organizzazione esclusivamente dai docenti, compilando il seguente form e allegando il file con l'elaborato, entro e non oltre il 15 luglio 2020.

Una apposita commissione tecnica selezionerà i testi da pubblicare nel blog del progetto Sposta la tua mente al dopo... E raccontalo.
Incipit o brevi citazioni verranno pubblicati sui vari canali social degli organizzatori per promuovere l'iniziativa. E quelli pubblicati nel sito, o una loro selezione, saranno successivamente raccolti in un ebook che verrà presentato alla XXI edizione di pordenonelegge.it _ Festa del libro con gli autori (16-20 settembre 2020).

Siamo spiacenti: la scadenza per l’invio dei testi era mercoledì 15 luglio.

Attendere caricamento