Torna "Tradurre Raymond Carver"

Fondazione Pordenonelegge ripropone il corso su Raymond Carver curato da Laura Pagliara e che avrà come docente Riccardo Duranti. Appuntamento il 25 e 26 ottobre 2019.

Tradurre la narrativa è appassionante, a maggior ragione se ci si confronta con la scrittura di una voce cult della narrativa del nostro tempo: quella di Raymond Carver, poeta e narratore, riferimento fra i più amati, i più intensi e originali della scena letteraria statunitense. Di Carver è stato tradotto quasi tutto, ma ci sono ancora delle zone d’ombra. Meno conosciuto e praticato è forse il suo teatro e anche per questo sarà avvincente partecipare al workshop “Tradurre Raymond Carver” riproposto dalla scuola di scrittura di Fondazione Pordenonelegge.it, a cura di Laura Pagliara. Un laboratorio di approfondimento con la guida di Riccardo Duranti, uno dei più noti e apprezzati traduttori dall'inglese, “voce” italiana del grande autore.  Il workshop è in programma venerdì 25 ottobre dalle 15.00 alle 19.15 e sabato 26 ottobre dalle 9.00 alle 13.15 a Pordenone, nella sede di Palazzo Badini, aula Master piano terra – via Mazzini 2 Pordenone. Iscrizioni entro giovedì 17 ottobre. Per accedere è necessaria una buona conoscenza della lingua inglese. La quota di partecipazione è di € 180,00, al momento dell’iscrizione verranno inviati i testi da tradurre per il seminario. Tutte le info e il form per l'iscrizione a questo link.

Riccardo Duranti ci guiderà dunque alla scoperta di un Carver inedito e decisamente meno noto, quello del teatro, dove il dialogo la fa da padrone e la lingua diventa più essenziale che mai. Il dialogo è forse la sfida più ardua per un traduttore, ma anche la più divertente. Ogni parola e ogni virgola hanno un peso unico e specifico, perché le frasi possano creare il necessario ponte tra oralità e scrittura. Il laboratorio sarà introdotto da una breve analisi della lingua e dello stile di Raymond Carver. Seguirà poi la parte di laboratorio vero e proprio, che vedrà i partecipanti come protagonisti. Si lavorerà infatti all’analisi e al confronto delle versioni dei testi che i corsisti avranno precedentemente tradotto. I brani da tradurre, che saranno tratti da alcune opere teatrali inedite di Carver, verranno inviati al momento dell’iscrizione.