pordenonescrive a Bassano del Grappa

A lezione da sei affermati scrittori per imparare “L’arte del romanzo” con uno dei festival letterari più importanti d’Italia. È la novità che la Biblioteca civica di Bassano del Grappa propone per il prossimo autunno in collaborazione con Fondazione Pordenonelegge.it.

Per la prima volta pordenonelegge porta i suoi corsi al di fuori della propria sede istituzionale: in Biblioteca a Bassano gli appassionati di narrativa e di scrittura potranno approfondire “L’arte del romanzo” nelle sue varie sfaccettature, dai personaggi alle trame, dai generi agli stili. Non solo lezioni, ma anche l’occasione di condividere un percorso con autori che ne hanno esperienza, per affrontare insieme i temi principali che mettono in rapporto le proprie potenzialità e l’avventura dell’opera.

La Scuola di scrittura creativa, promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune di Bassano e coordinata da Federica Augusta Rossi, si articolerà in un ciclo di incontri tenuti da sei scrittori molto diversi tra loro, ciascuno dei quali proporrà un tema attraverso il quale intraprendere il cammino della scrittura. Diciotto ore di lezione su regole ed esempi, tecniche e stili che hanno fatto della necessità di narrare e di narrarsi una delle forme d’arte più antiche. Il proposito dell’iniziativa è quello di offrire un faccia a faccia con gli scrittori e un ventaglio di conoscenze attraverso esempi e informazioni da approfondire e sui quali esercitarsi personalmente per trovare la propria via alla letteratura.

Si comincia sabato 20 ottobre con Marcello Fois, scrittore, poeta, autore di teatro, sceneggiatore televisivo e cinematografico, vincitore del Premio Italo Calvino, finalista Premio Campiello. Si prosegue sabato 27 ottobre con Fulvio Ervas. Dalla sua penna è nata la serie legata all’ispettore Stucky, protagonista anche del romanzo “Finché c’è prosecco c’è speranza”, di cui recentemente è stata realizzata la versione cinematografica. Nel terzo appuntamento, in calendario il 10 novembre, terrà lezione il trevigiano Francesco Targhetta, poeta e scrittore, finalista 2018 del Premio Campiello e fresco vincitore del Premio Berto con il suo romanzo d’esordio “Vite potenziali”. Si continua il 17 novembre con lo scrittore e poeta Gian Mario Villalta, dal 2002 Direttore artistico di Pordenoelgge, vincitore del Premio Viareggio. Sabato 24 novembre, la Scuola di scrittura avrà una voce femminile, quella di Mariapia Veladiano. La scrittrice vicentina, vincitrice nel 2010 del Premio Calvino, l’anno successivo è entrata nella cinquina del Premio Strega. Conclusione il 30 novembre con Alberto Garlini, scrittore e poeta - alcune sue opere sono tradotte anche in Francia e Paesi Bassi - e curatore di pordenonelegge.

"Bassano non è solo una città da frequentare come "pubblico" per la ricca attività di eventi culturali – dichiara l’assessore alla cultura Giovanni Cunico - ma da qualche tempo abbiamo intrapreso una direzione precisa verso l'obiettivo del riconoscimento come centro di formazione e produzione del sapere culturale. Nell'ottica di sostenere i talenti emergenti, per lo sviluppo dell'industria culturale di domani, dopo la danza contemporanea e la musica investiamo sulla formazione nel campo della letteratura, avviando una preziosa collaborazione con la Fondazione Pordenonelegge.it".

Il programma completo, con le modalità e il costo di iscrizione sarà disponibile sul sito www.museibassano.it dal 1° settembre 2018.