Incontro con Aldo Bonomi

Il sociologo, fondatore dell'Associazione Agenti per lo Sviluppo del Territorio, parlerà mercoledì 27 giugno alle 21.30 di "Capitalismo molecolare, sharing economy e specificità del territorio".

Dalla microimpresa all’economia circolare: piccole aziende crescono a nord-est, e modificano un territorio che supera la stagione dell'egemonia della microimpresa per entrare in una nuova fase, quella dell'economia circolare, nella quale la nostra socialità è alla base della creazione del valore economico. Un processo al quale non è estranea – tutt’altro! – la “cultura” intesa come consapevolezza di una nuova fase delle relazioni fra economia, società e istituzioni regolative: ce ne parlerà mercoledì 27 giugno, alle 21.30 a Pordenone nord (nella sala parrochiale Sacro Cuore), il sociologo Aldo Bonomi, da sempre impegnato nello studio delle dinamiche sociali, antropologiche ed economiche dello sviluppo territoriale che ne fanno oggi un punto di riferimento tra i più autorevoli in Italia. Fondatore del Consorzio Aaster che dirige dal 1984, negli anni Novanta è stato consulente del Cnel. Ha scritto sul Corriere della Sera ed è ora editorialista del Sole 24 Ore. “Capitalismo molecolare, sharing economy e specificità del territorio” titola l’intervento che Bonomi proporrà nell’ambito del cartellone di incontri La cultura aiuta a crescere” che in queste settimane fa tappa, quartiere per quartiere, in molte sedi della città. Un’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale e curata da Fondazione Pordenonelegge.it con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del progetto i20aPN.



L’incontro con Aldo Bonomi offrirà l’occasione per investigare le prospettive e le occasioni reali di sviluppo delle imprese nella dinamica area del nord-est: non più l'orizzontalità dell'economia diffusa, bensì la circolarità fra il nostro essere, il nostro sentire, il nostro pensare, connesso senza mediazioni al grande gioco dei flussi globali. Questo nuovo percorso dell’economia modifica anche la vita molecolare nei quartieri e nelle piccole città, creando una costante dialettica fra microcosmo quotidiano e macrocosmo social. La partecipazione è aperta al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili, info e dettagli www.pordenonelegge.it

Il programma di incontri “La cultura aiuta a crescere” proseguirà venerdì 29 giugno con Ilvo Diamanti su “La comunicazione come strumento di dispersione, di aggregazione, o di cooperazione”.