AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Pietro Ichino
Nato a Milano il 22 marzo 1949, è sposato dal 1973 e ha due figlie.
Si è laureato in diritto del lavoro nel 1972. É stato dirigente sindacale della Fiom-Cgil. Dal 1973 al 1979 è stato responsabile del Coordinamento dei servizi legali della Camera del Lavoro di Milano. Dal 1975 esercita la professione di avvocato, sempre esclusiva-mente nella materia del diritto del lavoro.
Nell’ottava legislatura (1979-1983) è stato membro della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, eletto nelle liste del Partito comunista italiano.
Ricercatore dal 1983 presso l’Università statale di Milano, dal 1986 al 1991 è stato professore straordinario di diritto del lavoro nell’Università di Cagliari; dal 1991 è professore ordinario della stessa materia nell’Università statale di Milano.
Nel 1985 ha assunto l’incarico di coordinatore della redazione della “Rivista italiana di diritto del lavoro” (diretta dal prof. Giuseppe Pera), della quale dal 1991 è stato vicedirettore e dal 2000 è condirettore.
Dal 1997 al 2003 è stato presidente del Collegio arbitrale nazionale per i dirigenti del settore delle assicurazioni.
Giornalista pubblicista dal 1970, dall’inizio del 1997 al febbraio 2008 ha collaborato come editorialista con il Corriere della Sera.
Al suo libro Il lavoro e il mercato, del 1996, sono stati assegnati il “Premio Giancarlo Capecchi - Intersind” 1997 (sia per la sezione socio-economica, sia per la sezione giuridica) e il “Premio Walter Tobagi” 1997 per la saggistica. Nel 2004 gli è stato conferito, nella sua prima edizione, il premio “Mondo del Lavoro” Gidp-Manpower. Al suo libro I nullafacenti, del 2006, sono stati assegnati il “Premio Ezio Tarantelli” dal Club dell’Economia e il “Premio Ape” dell’Associazione per il Pro-gresso Economico.
In occasione della Festa della Repubblica del 2 giugno 2005 è stato insignito motu proprio dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi di una onorifi-cenza al merito della Repubblica per l’attività svolta in qualità di studioso e di pub-blicista per il progresso delle relazioni sindacali e del lavoro.
Ha pubblicato numerosi saggi e articoli di diritto del lavoro e sindacale.