AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Tony Harrison
Nato a Leeds nel 1937, viene unanimemente considerato uno dei maggiori poeti contemporanei di lingua inglese. Tra le sue raccolte, tradotte in tutto il mondo, ricordiamo V e altri versi e In coda per Caronte, edite in Italia da Einaudi. È autore di teatro e di film-poetry, in parte ispirandosi al cinema di poesia di Pasolini. In queste sue opere si è confrontato spesso con la tragedia greca, reinventando i grandi miticlassici alla luce del nostro tempo. La sua poesia non esita perciò ad affrontare i temi della quotidianità e spesso si fa acuto strumento per osservare la realtà alla luce di sentimenti vivi e vissuti.
Nel 1998 in qualità di regista si cimenta nella realizzazione di un vero e proprio film di oltre due ore: Prometheus (da Eschilo). Incentrato sul conflitto tra Zeus e Prometeo, sull’uso del fuoco per la creazione poetica, ma anche per la distruzione, il film riprende il tema della condizione dei minatori nell’Inghilterra thatcheriana degli anni Ottanta, già presente nel poemetto dal titolo V., per poi svilupparsi in un viaggio che attraversa tutta l’Europa dell’Est e balcanica, fino a terminare in Grecia, culla della classicità.