Il sabato di pordenonelegge 2016

Verrà consegnato, domani, al grande scrittore spagnolo, Javier Cercas, intervistato da Alberto Garlini - alle ore 18:00, al Teatro Verdi - il premio ‘La storia in un romanzo’ Banca Popolare FriulAdria-Crédit Agricole.

Al centro dell’opera del maestro ricorre una domanda centrale e la ricerca di una risposta che in realtà non esiste.

Attesissime anteprime ci sveleranno le nuove opere di Cathleen Schine che presenterà, alle 19:00, al Convento di San Francesco, insieme a Gloria De Antoni, “Le cose che cambiano” (Mondadori), storia di una famiglia, di solitudine e disperazione; due uscite dedicate a Istanbul, capitale dell’Eurasia, al centro della più recente attualità: alle 18:30, presso il Palazzo Badini, Burhan Sönmez, in dialogo con Marco Ansaldo, presenta “Istanbul Istanbul” (edizioni nottetempo), quattro uomini, dieci giorni e dieci storie, e alle 16:00, al Teatro Verdi, Corrado Augias racconterà “I segreti di Istanbul” (Einaudi), un viaggio nel passato e nel presente, un’indagine sul destino della città e dei suoi abitanti.



Slavoj Žižek, acclamato filosofo di riferimento del mondo contemporaneo, svolgerà la sua lectio magistralis dal titolo “More alienation, please! A plea for politely ignoring others”, a Piazza San Marco (in caso di pioggia Auditorium Concordia), alle ore 16:00. In occasione della sua partecipazione a pordenonelegge, esce il suo ultimo saggio “Il contraccolpo assoluto” (Ponte delle Grazie).

Altri saggi, in anteprima: Paolo Legrenzi e Armando Massarenti intervistati da Stefano Moriggi, alle ore 10:30 a Palazzo Montereale Mantica, parleranno del loro nuovo libro “L’Economia della mente” (Raffaello Cortina), al centro il panorama economico e le difficoltà dei risparmiatori; luci e ombre nel mondo della comunicazione, protagonisti dell’incontro “Dimmi come comunichi e ti dirò chi sei”, presenta Gian Mario Villalta, con Ilvo Diamanti e Marino Niola, autore del libro “Il presente in poche parole” (Bompiani), alle ore 11:30 al Palaprovincia Largo San Giorgio.

Un romanzo d’amore e di crescita, il nuovo libro di Andrea Bajani “Un bene al mondo” (Einaudi), l’autore incontra Simone Marcuzzi, alle 19:30 all’Auditorium dell’Istituto Vendramini; la nascita della Nazionale Italiana di Calcio degli Amputati, grazie all’amore di una mamma per suo figlio Francesco ‘Messi’ Messori, raccontata nel libro di Francesco Zarzana, “La tifosa di Messi” (Ed. A.CAR), che sarà intervistato da Flavio Mariuzzo, domani, alle 11:00 al Mercato di Campagna Amica. Altro tema forte, quello dell’autismo, un padre e un figlio che hanno la forza di farcela, nella bellissima nuova storia narrata da Andrea Antonello in “Le parole che non riesco a dire” (Mondadori) che sarà presentata alle 17:30 nel Chiostro della Biblioteca Civica (in caso di pioggia Auditorium della Regione) e vedrà la partecipazione di Andrea e Franco Antonello, insieme a Beatrice Masini.

L’attualità del Nord Italia, tra cambiamenti, crisi, nuove migrazione, al centro del libro in anteprima di Massimiliano Santarossa, “Padania” (Biblioteca dell’Immagine), alle 15:30 al Ridotto del Teatro Verdi: l’autore dialogherà con Giuseppe Ragogna.

Gli allevamenti intensivi e il loro impatto ambientale, il nuovo libro di Lisa Kemmerer dal titolo “Mangiare la Terra. Etica ambientale e scelte alimentari” (Safarà Editore), sarà presentato domani alle 10:30 al Palazzo della Provincia, l’autrice ne parlerà con Macri Puricelli. Telmo Pievani presenta in anteprima la sua ultima fatica “Sulle tracce degli antenati - La storia dell’umanità e della sua evoluzione” (Editoriale Scienza), raccontata per la prima volta alla rovescia. Ci presenterà il libro insieme a Simona Regina, alle 11:30 nel Chiostro della Biblioteca Civica (in caso di pioggia Auditorium della Regione).

A Massimo Cirri, la conduzione di un’interessante conversazione a più voci dal titolo “Inventare le istituzioni: cittadinanza, diritti, diversità”, parteciperanno Franco Rotelli, Claudio Magris, Angelo Cassin, Peppe Dell’Acqua, alle 15:00 presso lo Spazio ITASIncontra Piazza della Motta.

Il celebre psicoanalista Massimo Recalcati si presenta a pordononelegge con due lectio magistralis: la prima dedicata all’”Elogio del leggere” (alle ore 15:00 al Palaprovincia Largo San Giorgio), in cui parlerà della lettura come occasione fondamentale di conoscenza del sé e di comprensione degli altri; la seconda, alle 19:00, presso lo SpazioITASincontra, “Lacan. La clinica psicoanalitica: struttura e soggetto”, dedicata al suo maestro Jacques Lacan e alla sua poderosa opera.

Protagonisti della giornata di domani: Lilli Gruber intervistata da Omar Monestier nell’incontro dal titolo “Prigionieri dell’Islam. Terrorismo, migrazioni, integrazione: il triangolo che cambia la nostra vita” (titolo del suo libro edito da Rizzoli), alle 21:30 allo Spazio ITASincontra Piazza della Motta.

La storia dell’inquietudine femminile incarnata in una donna nell’Irlanda degli anni sessanta, nel romanzo di Colm Tóibín, “Nora Webster(Feltrinelli), che sarà presentato con Masolino D’Amico alle 17:00 al Convento di San Francesco.

Il Premio Strega 2016, Edoardo Albinati presenta insieme a Filippo la Porta, il suo romanzo “La scuola cattolica” (Rizzoli), adolescenza, sesso, religione e violenza nella Roma degli anni settanta.

Studioso e maestro del pensiero di Israele, oltre che psicanalista e matematico, lo scrittore Haim Baharier protagonista dell’incontro “Monsieur Chouchani, che ci insegna oggi?”, alle ore 21.30 al Convento di San Francesco.

Valerio Massimo Manfredi racconta nel suo romanzo una storia sul rapporto tra due fratelli sullo sfondo della battaglia di Teutoburgo (titolo del suo libro edito da Mondadori), alle 11:00, a Piazza San Marco (in caso di pioggia Auditorium della Concordia), ne parlerà insieme ad Alberto Garlini.

Pietrangelo Buttafuoco presenta “Il mio Leo Longanesi” (Longanesi), una biografia innovativa dedicata al vero enfant terrible, fustigatore impietoso i cui scritti sui vizi e virtù del nostro Paese sono ancora di grande attualità. Insieme a Buttafuoco, Roberto Papetti, alle ore 17:00, nello Spazio BCC Fvg.

Un incontro dedicato alla poesia italiana, con quattro protagonisti prestigiosi, Rosita Copioli, Vivian Lamarque, Roberto Mussapi, presenta Maurizio Cucchi, “Tre voci nello Specchio”, alle ore 15:30 al Convento di San Francesco.

“Putin. Vita di uno Zar”(Mondadori), il libro di Gennaro Sangiuliano cerca di fare luce sulla figura contraddittoria di Vladimir Putin, ne parla con Francesco Chiamulera alle 12:00, a Palazzo Badini.

Il mondo dell’auto e quello dell’architettura, strade diverse con una radice e passione comune, alle 17:00 allo Spazio ITASincontra Piazza della Motta, nell’incontro “Testimonianze di architettura e design”, con Mario Botta e Flavio Manzoni, modera Mario Gemin. Di architettura nei luoghi vittima di povertà, guerra e disastri, parleranno Raul Pantaleo e Roberto De Marchi in “La sporca bellezza. Indizi di futuro tra guerra e povertà”, alle 15:30 all’Auditorium dell’Istituto Vendramini.

Pittore e maestro indiscusso del Rinascimento, Il Pordenone, protagonista de “La lunga notte. Vita e opere di Giovanni Antonio de’ Sacchis detto Pordenone”, ne parleranno, alle 10:30, a Palazzo Gregoris, Raffaella Cargnelutti e Caterina Furlan.

Anche la dieta molecolare, domani a pordeonelegge, con Pier Luigi Rossi, autore di “Conosci il tuo corpo, spegli il tuo cibo” (Aboca) presentato da Enrica Bonaccorti, alle 17:00, al Palazzo della Provincia.

La passione per la montagna e le sfide impossibili, nell’incontro “Non ti faro aspettare. La storia di noi due sulla terza vetta più alta del mondo” durante il quale verrà presentato il libro di Nives Meroi, edito da Rizzoli. Ne parlerà, l’autrice insieme a Romano Benet, Linda Cottino e Luca Calzolari, alle 21:00, nell’Auditorium dell’Istituto Vendramini.

Si chiude la giornata di domain con l’irrinunciabile maratona Carnediromanzo, rave letterario con Natalino Balasso e Massimo Cirri, che quest’anno vedrà la partecipazione straordinaria di Monia Merli. L’obiettivo è la creazione di un’idea per un romanzo, coinvolgendo tutto il pubblico che sarà presente, dalle 22:00, al Palaprovincia in Largo San Giorgio.