pordenonelegge racconta il viaggio

C’è un Viaggio in Italia, al centro di pordenonelegge 2016, nel cuore della 17^ edizione per la giornata di venerdi’ 16 settembre: un tour per raccontare 8 luoghi con le parole di 8 scrittori e percorrere l’Italia attraverso la narrazione dei luoghi vissuti e immaginati.

La Milano di Maurizio Cucchi, la Bologna di Caterina Bonvicini, la Nuoro di Marcello Fois; e ancora Padova come la racconta Romolo Bugaro, Trieste e il mare del Nord Adriatico riletti da Pietro Spirito, la Sicilia vista da Massimo Onofri, e due storiche e grandi vie italiane: l’Appia percorsa e raccontata da Paolo Rumiz, la Francigena nello sguardo e nelle parole di Alcide Pierantozzi.

“Viaggio in Italia” è il progetto di produzione della Festa del Libro con gli Autori, quest’anno alla sua 17^ edizione in programma dal 14 al 18 settembre, promossa dalla Fondazione Pordenonelegge.it a cura di Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet. La globalizzazione fa sempre più somigliare i luoghi l’uno all’altro. Cambiano le città ma i negozi sono identici, identica la cartellonistica e le modalità di ristorazione. Perfino i sapori sono simili ovunque, le medesime merci vengono vendute, con minime variazioni, nei supermercati di tutto il mondo. Assistiamo quindi a una colonizzazione del paesaggio e dell’immaginario: una delle risposte possibili è di considerare questi luoghi come paesaggi narrativi, recuperandone quindi l’identità attraverso la narrazione. Ed è proprio una riscoperta di luoghi e città quella che propone pordenonelegge con Viaggio in Italia. Otto scrittori, Pietro Spirito, Caterina Bonvicini, Romolo Bugaro, Maurizio Cucchi, Marcello Fois, Massimo Onofri, Alcide Pierantozzi e Paolo Rumiz appunteranno il loro sguardo su elementi marginali ma carichi di significato, su memorie, scorci, provocazioni che possano restituire al pubblico una città o un luogo per ciò che è in realtà: il crocevia in cui destini umani si perdono e si ricompongono, in un gioco fantasmagorico di storie.

Si parte con “Trieste e il suo mare” (Palazzo della Provincia, ore 10) raccontati da Pietro Spirito: dal Porto Vecchio all'Hotel Balkan, dal Molo Audace al cimitero di Sant'Anna, un viaggio dentro la città di Svevo e Saba, eterna terra di frontiera sempre in bilico tra un passato mitizzato e un presente immobile. A Palazzo Montereale Mantica alle 10.30 ecco “Passaggio in Sicilia” a cura di Massimo Onofri: Palermo sontuosamente inesistente, con il suo vitalissimo senso di morte; Catania felicissima e mondana, col suo erotismo di natura e quotidiano; Enna, elegantissima, alta e sola; Comiso viva e cordiale; Siracusa dolcissima e utopica … A Palazzo Gregoris alle 11.30 Alcide Pierantozzi racconta il suo percorso su “La via Francigena” lungo le strade che vanno dal Gran San Bernardo a Roma e da Roma alla Puglia. Romolo Bugaro, a Palazzo Montereale Mantica, alle 12 ci regalerà un ritratto di Padova, la città in cui vive e che ha reso quasi un personaggio nei suoi romanzi. Una città di lavoro e bella vita ma anche di giovani precarie che scrutano nelle vetrine scarpe e vestiti al di fuori della loro portata … Alle 15.30 nell’Auditorium Istituto Vendramini Maurizio Cucchi ci accompagnerà a Milano, seguendo il filo della memoria: dei luoghi, delle abitudini, dei gesti. Memoria della lingua e dei modi di dire, memoria dei personaggi e delle storie che erano tessuto narrativo della città. Alle 17 nel Palaprovincia di Largo San Giorgio Paolo Rumiz si incammina ancora una volta per la via Appia, che nel 2015 ha percorso a piedi, con un manipolo di amici, destando spesso la fantasia degli increduli incontrati lungo il viaggio. Alle 18, a Palazzo      Montereale Mantica ecco la Bologna di Caterina Bonvicini: luogo d’elezione e letterario dove si creano amicizie, una città che emerge in mille sfumature diverse, sentimentali e sociali, divertenti e drammatiche. E infine, alle 18.30 nello Spazio ITASincontra lo scrittore Marcello Fois in un appassionato ritratto della sua città, Nuoro, sfondo tragico quotidiano ed elegiaco di tanti suoi romanzi. Info www.pordenonelegge.it

 

Press accrediti interviste         [email protected]