70 incontri per la terza giornata

Settanta appuntamenti nella terza giornata di pordenonelegge 2015, Festa del Libro con gli Autori: protagonisti internazionali e l’attualità del nostro tempo che diventa letteratura, come nel nuovo romanzo della scrittrice tunisina Azza Filali. Fazi Editore ci proietta nel suo romanzo “Ouatann.

La gioventù tunisina della primavera araba, così ”avanti” nelle conquiste e rivendicazioni dei diritti civili rispetto ai coetanei di altri Paesi africani o medio orientali: eppure anche quei giovani guardano verso l’Europa e sognano per il loro futuro l’”altra” costa e il futuro di un altro approdo.




Grandi protagonisti internazionali domani al festival: Florence Delay, accademica di Francia, per la prima volta a pordenonelegge presenterà il nuovo romanzo “I miei portacenere” (Nottetempo) ore 15, Palazzo Montereale Mantica; al festival farà tappa domani, ore 17.30 Palazzo Gregoris, lo scrittore tedesco Arno Geiger, per l’unico incontro italiano di presentazione del suo nuovo libro “Tutto su Sally” (Bompiani). Lo scrittore ceco Michal Ajvaz con “L’altra Praga” (Atmosphere) proporrà una storia labirintica, che riporta alle atmosfere di Borges e Kafka, di Kubin e Meyrink (ore 18.30 Palazzo della Camera di Commercio, Sala Convegni), mentre gli scrittori israeliani Alon Altares e Yigal Leykin dibatteranno di “Padri e figli” (ore 17.30 Palazzo della Provincia). E dal sociologo francese Frédéric Martel arriverà a pordenonelegge il saggio che è subito diventato pietra miliare in Europa, “Smart. Dalla rete alle reti” (Feltrinelli): per entrare al meglio nella complessità sfaccettata del mondo digitale (ore 11.30 Spazio BCC Fvg).

In anteprima a pordenonelegge domani l’autore Andrea Maggi con il nuovo romanzo "Il sigillo di Polidoro" (Garzanti) per una nuova puntata delle suggestive indagini di Apollofane: suspence, tensione e intrigo sullo sfondo dell’antica Grecia (ore 16 Palazzo Badini). Antonella Boralevi al festival in anteprima con “Gli uomini e l’amore” (Bompiani) ore 15.30 Ridotto del Teatro Verdi, l’esordio letterario di Ginevra Lamberti con l’autobiografico “La questione più che altro” per raccontare una generazione alla ricerca di un futuro lontano - il più possibile - dal presente (ore 19.30 Ridotto del Teatro Verdi). Gli incontri d’autore con Alessandro D’Avenia (ore 19 Palaprovincia Largo San Giorgio), Antonia Arslan (ore 17.30 Convento di San Francesco), il dialogo di due giornalisti e autori, Mario Calabresi e Tommaso Cerno, direttori dei quotidiani La Stampa e Messaggero Veneto (ore 18 Spazio ITASincontra Piazza della Motta). Al festival in duplice ruolo domani anche il cantautore Roberto Vecchioni, per raccontare il romanzo “Il mercante di luce”, storia di un padre e un figlio che grazie ai classici troveranno uno spiraglio per la loro vita (ore 18.30 Teatro Verdi).

Viaggio in Italia è il nuovo progetto di pordenonelegge: otto scrittori in otto incontri racconteranno domani altrettante città e luoghi italiani. Sandra Petrignani (ore 10 Auditorium Istituto Vendramini) ci porterà a passeggio nel centro di Roma, Guido Conti (ore 10.30 Palazzo Montereale Mantica) ci accompagnerà lungo il fiume Po, Massimo Onofri (ore 11.30 Palazzo Gregoris) ci condurrà alla scoperta della Sardegna, con Mauro Corona (ore 16 Teatro Verdi) entreremo nei misteri della montagna, Tiziano Scarpa (ore 16.30 Spazio BCC Fvg) racconterà Venezia, Giuseppe Culicchia (15.30 Palazzo della Provincia) ci guiderà attraverso Torino, Antonio Pascale (ore 17 Auditorium Istituto Vendramini) sprigionerà col suo racconto tutto il fascino di Napoli e Loredana Lipperini (ore 12 Ridotto del Teatro Verdi) ci farà scoprire le Marche e la Val di Chienti.

Pordenone “città della poesia”: domani (ore 21, Loggia del Municipio) si presentano i quattro volumi annuali di Collana Gialla, nata nel 2014 per incentivare e promuovere la pubblicazione dei giovani poeti, della quale sono editori pordenonelegge con LietoColle. Ai primi due volumi del 2015 - di Sebastiano Gatto, Voci dal fondo e di Greta Rosso, Manuale di insolubilità - si affiancheranno adesso quelli in uscita a pordenonelegge 2015, a firma di Daniele Mencarelli, Storia d’amore e Maddalena Lotter, Verticale».

Nell’anno di Expo pordenonelegge 2015 dedica un percorso al cibo e al gusto: appuntamento innanzitutto con la scrittrice Camilla Baresani, autrice di “Vini, amori” (Bompiani), in dialogo con la giornalista Rai Marinella Chirico (ore 18 Auditorium Istituto Vendramini ). Grande studioso di agroalimentare e sostenibilità è l’agroeconomista Andrea Segrè, esperto per il Ministero dell’Ambiente di politiche anti spreco, sarà in dialogo con la giornalista del Tg2 Chiara Lico (ore 15.30 Convento di San Francesco) sui temi dell’ultimo libro “L’oro nel piatto” (Einaudi). Sempre domani, alle 12 nell’Auditorium dell’Istituto Vendramini, lo storico e saggista Alessandro Marzo Magno racconterà “Il genio del gusto” (Garzanti) in dialogo con Beatrice Mautino e Dario Bressanini. Ancora da segnalare, a Palazzo Montereale Mantica, alle 19 l’incontro su “Coltivare il vino” in omaggio al grande vinicoltore Joško Gravner, in dialogo con Stefano Caffarri direttore delle iniziative speciali del Cucchiaio d'Argento. Presenta Giulio Colomba. E domani, a Palazzo Montereale Mantica alle 21 riflettori su “San Simone: 100 anni di futuro”, l’incontro con Anna Brisotto, Antonio Brisotto, Chiara Brisotto, Carlo Guttadauro e Gian Mario Villalta. Per illuminare i 100 anni di Cantine San Simone raccontati in un libro di immagini e di parole.

In serata Parole in scena, percorso di spettacolo e letteratura: domani Alice, una delle voci e personalità più affascinanti della scena autoriale, omaggerà Pier Paolo Pasolini (Convento di San Francesco, ore 21.30) con uno spettacolo di letture e canzoni che la vedrà protagonista insieme al chitarrista Marco Guarnerio. Nei 40 anni dalla scomparsa di Pier Paolo Pasolini, “Se la notte ha un sapore di notti future” riprenderà per letture e musiche alcuni brani del repertorio di Alice ispirati a testi di Pasolini e musicati da Mino Di Martino. E al festival dedicherà un evento speciale domani Stefano Benni, con il reading “Cari mostri” allestito per la 16^ edizione di pordenonelegge, in programma alle 21 al Teatro Verdi con una galleria di personaggi del nostro tempo, grotteschi e inquietanti.