pordenonelegge e la montagna

Rapporto speciale quello di pordenonelegge con la montagna per questa edizione 2015: un percorso organizzato in stretta collaborazione con il Premio Itas del Libro di Montagna /Trento Film Festival e in sinergia con Montagne 360° e CAI Gruppo regionale FVG

Nella giornata inaugurale, mercoledì 16 settembre (ore 11, Convento di San Francesco) la vincitrice del Premio ITAS “Libri per ragazzi” 2015, Sofia Gallo, sarà a pordenonelegge per presentare il suo libro “I lupi arrivano col freddo” (EDT – Giralangolo). E sabato 19 settembre, alle 10 nella Loggia del Municipio, sempre in collaborazione col premio ITAS Montagna(v)ventura spazio a “Parole appese”, laboratorio condotto da Lorenzo Carpanè: una nuova sfida narrativa di pordenonelegge dedicata ai ragazzi e alle ragazze di medie e superiori: provare a completare un racconto a partire da un incipit che verrà fornito. Due ore di tempo dalle 10 alle 12, per scatenare la creatività: i racconti verranno appesi, diventando una grande e originale opera collettiva.

Si prosegue con l’alpinismo e il procedere “In cordata”, straordinaria metafora di vita: ne parleranno a pordenonelegge 2015 due dei più grandi alpinisti italiani del nostro tempo, Simone Moro e Mario Curnis, presentando in anteprima nazionale il nuovo libro scritto a quattro mani per Rizzoli, nella conversazione condotta da Luca Calzolari e Roberto Mantovani. Insieme (domenica 20, ore 15) ripercorreranno la storia di un’amicizia fra due generazioni, da zero a ottomila metri. Un emozionante racconto a due voci sul rapporto fra uomo e natura e sull’immenso valore di un compagno di cordata, in montagna e nella vita. Venerdì 18 settembre, alle 11, il testimone passerà a Hervé Barmasse, protagonista di scalate e avventure estreme, con una storia di imprese personali che è già leggenda. Al pubblico di pordenonelegge racconterà la sua avventura letteraria oltre che alpinistica, “In parete”, un libro in cui l'alpinista viene dopo l'uomo per capire cosa c'è dietro l'avventura dell'alpinismo, dove il coraggio delle decisioni è sempre intrecciato alla fragilità e alla paura. In parete, come nella vita. Sabato 19 settembre alle 15 appuntamento con Annibale Salsa, profondo conoscitore del mondo della montagna, della sua bellezza e dei suoi problemi. Affronterà i temi dell’identità e della mitologia della montagna, di chi la vive e la vede trasformarsi. Domenica 20 settembre, alle 11 si parlerà della “Grande avventura”: quella dell’esplorazione scientifica italiana delle grandi montagne asiatiche, ripercorsa da Stefano Ardito in dialogo con Luca Calzolari e Roberto Mantovani. Un’avventura partita nell’agosto del 1913 quando un gruppo di austeri signori attrezzati con pendoli, termometri, palloni-sonda e teodoliti, si imbarca a Marsiglia per Bombay. Li attende un lungo viaggio nel cuore dell’Asia, destinato a interrompersi nell’estate del 1914 con la notizia dello scoppio della Grande Guerra in Europa… Non poteva mancare in un percorso sulla montagna l’intervento del suo più noto e celebrato “storyteller”, Mauro Corona, protagonista venerdì 18 settembre (Teatro Verdi, ore 16) del percorso “Viaggio in Italia” promosso da pordenonelegge (8 autori raccontano 8 luoghi, paesaggi, città del Belpaese), con l’incontro dedicato ai “Misteri” della montagna, per ritrovare le atmosfere del suo ultimo libro Mondadori. Valore aggiunto al percorso dedicato alla montagna sarà senz’altro il ponte di solidarietà che pordenonelegge idealmente proietta verso il Nepal, grazie all’asta organizzata dal CAI, alla presenza del Presidente Generale Alberto Martini: sabato 19 settembre, alle 15 nella Saletta del Convento di san Francesco con battitore professionista saranno aggiudicati i gloriosi cimeli della lunga storia della biblioteca del CAI pordenonese, per concretizzare un aiuto per la popolazione del Nepal. A pordenonelegge, i libri si comprano sempre per passione - e questa volta anche per generosità. Parteciperanno il Past President, Annibale Salsa e Silverio Giurgevich, componente del Gruppo regionale.