Arte e architettura a pordenonelegge

Anche quest’anno arte e architettura fanno rima con letteratura a pordenonelegge, da mercoledì 17 a domenica 21 settembre: è ricchissimo di incontri, lezioni magistrali e mostre il percorso del festival dedicato a questi temi, consultabile sul sito www.pordenonelegge.it

Due imperdibili lezioni di storia dell’arte, innanzitutto, attendono il pubblico del festival: Vittorio Sgarbi sarà protagonista di una lectio magistralis pensata e messa a punto appositamente per la XV edizione del festival. “Il tesoro d’Italia. Giovanni Antonio de' Sacchis detto il Pordenone e altri artisti friulani” titolerà la lezione che, partendo dal ‘Pordenone’, si estenderà ai tesori dell’arte in Friuli e nel triveneto (domenica 21 settembre, ore 18.30, Teatro Verdi). “«Il Pordenone ha visto Raffaello e Michelangelo, li ha innestati nel loro ceppo più forte, il disegno, sulla pianta della pittura veneziana – spiega Sgarbi - Pordenone anticipa, in terra padana, l’azione dirompente di Giulio Romano. E’ il pittore della ragione, il primo manierista e, nel rapporto con Raffaello e Michelangelo, ha meno imbarazzi di Tiziano e di Lorenzo Lotto che si confronteranno con i grandi modelli romani tentando di difendere la loro orgogliosa identità. Il Pordenone non è timido e non è neppure romantico, come Dosso Dossi, o grottesco e popolare, come Romanino. Giovanni Antonio de' Sacchis detto Il Pordenone, fin da subito, pensa in grande».



E lo storico dell’arte Flavio Caroli ha scelto pordenonelegge per presentare in anteprima assoluta il suo ultimo libro “Anime e volti. L’arte dalla Psicologia alla Psicoanalisi” (Mondadori), l’opera che raccoglie gli studi più importanti, il lavoro e l’esperienza di oltre quarant’anni di ricerca fra arte, fisiognomica e psicologia (sabato 20 settembre, ore 19 Spazio ITASincontra). Da sempre appassionato indagatore dei “primari” dell’arte figurativa, Caroli ci accompagnerà in un cammino straordinario fra gli artisti che, più di altri, hanno saputo rappresentare il rapporto fra l’Anima e il Volto offrendo rappresentazioni di introspettiva profondità: da Leonardo, Lotto, Correggio, Caravaggio, fino agli interpreti del Gran Teatro del mondo settecentesco, a Gericault e all’Ottocento francese, ai protagonisti del Novecento e delle Avanguardie degli anni Ottanta.

In occasione di pordenonelegge si rinnova l’appuntamento con il Convegno “L’arte di scrivere d’arte”, giunto all’8^ edizione, promosso dal Centro Iniziative Culturali Pordenone, in programma sabato 20 settembre, dalle 9.30 all’Auditorium Lino Zanussi del Centro Culturale Casa Zanussi. Un’intera mattinata di dialogo a più voci intorno ai temi della critica d’arte e della tutela e valorizzazione del nostro patrimonio.  Ideato e condotto dal critico d’arte Fulvio Dell’Agnese, il convegno registra la partecipazione del poeta Davide Rondoni e dell’economista Guido Guerzoni e sarà incentrato sui  problemi di comunicazione della critica d’arte e su un dialogo a più voci intorno ai caratteri dello stile. Due gli appuntamenti realizzati in collaborazione con la casa editrice Safarà: sabato 20 settembre alle 17, nella Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Armando Pizzinato, “Paesaggi eloquenti. L'architettura di Carme Pinós”: con una lezione magistrale dell’architetto della Catalogna, introdotta da Stefano Tessadori, intorno ai temi progettuali che più le sono cari: la sua idea di spazio, i materiali impiegati, il senso del fare architettura, il suo rapporto con i luoghi. E domenica 21 settembre, alle 15, sempre nella Galleria d’Arte Moderna, riflettori sul “Nesting (fare il nido): Corpo, Dimora, Mente”. L’architetto statunitense Sarah Robinson, in dialogo con Stefano Tessadori, presenterà un’intensa indagine filosofica, architettonica e scientifica sul solco del sentiero tracciato dalle scienze cognitive, dedicata al legame profondo tra architettura e sentimenti, memoria e luoghi, in cui l’architettura si rivela essere la silenziosa compagna della vita emozionale di ognuno di noi.

Saranno ben 15 le mostre allestite in occasione di pordenonelegge 2014: a cominciare da un evento espositivo perfettamente in target, “Nel selvaggio mondo degli scrittori. Fotografie di Roberto Nistri”, allestito negli spazi della Provincia di Pordenone di Corso Garibaldi. Il fotografo romano Roberto Nistri per la prima volta ‘strappa’ gli scrittori dalle scrivanie, dai computer, dalle sudate carte e li restituisce al loro “habitat naturale”. Fra i 99 autori ritratti anche Niccolò Ammaniti, Enrico Brizzi, Andrea Camilleri, Giorgio Faletti, Paolo Giordano, Raffaele La Capria, Carlo Lucarelli, Aurelio Picca, Walter Siti, Elena Stancanelli, Licia Troisi. Inaugurazione venerdì 12 settembre, ore 18.00.  Al Museo Civico d'Arte di Palazzo Ricchieri sarà visitabile “Il segno e la poesia. Incisioni di Livio Ceschin e poesie di Luciano Cecchinel”, un dialogo tra segno e versi, in un reciproco scambio di intensa suggestione e profondo lirismo. Ancora un felice scambio tra arte e poesia, nella Sala Espositiva della Biblioteca Civica con la mostra “Spoon River. 10 artisti per Edgar Lee Master”. Il Comune di Pordenone celebra i cent’anni dalla prima pubblicazione di Spoon River con una mostra di largo respiro a cura di Marco Fazzini, coinvolgendo 10 artisti italiani contemporanei, dove la poesia dei versi è abbinata alla poesia del fare artistico. Si prosegue al primo piano della Biblioteca Civica dove sarà visitabile  la mostra “Venezia domani” con le immagini del grande illustratore ceco Stepan Zavrel, realizzata dalla Mostra Internazionale d'lllustrazione per l'Infanzia "S. Zavrel" di Sarmede, Fondazione pordenonelegge e Biblioteca civica. Al Museo Civico di Storia Naturale sarà invece di scena “Mondo piccolo”, dal popolarissimo ciclo letterario di Giovannino Guareschi, in un ‘adattamento fotografico’ di Paolo Simonazzi, che rappresenta volti, corpi e lacerti del mondo della “Bassa”. “Pierpaolo Mittica Ashes / Ceneri” titola invece la personale visitabile alla Galleria Harry Bertoia, nuova sede espositiva del Comune di Pordenone, con i racconti a sfondo eco-sociale del fotoreporter Pierpaolo Mittica.

Al Best Western Park Hotel di scena “Il Mantello di carta. Eroi a fumetti a difesa dei bambini gravemente malati”, un’iniziativa dell’Associazione Maruzza FVG Onlus per le cure palliative. La mostra è collegata a un preziosi libro con opere di fumettisti e illustratori come Milo Manara, Vittorio Giardino, Lorenzo Mattotti, Bruno Bozzetto, Silver, Leo Ortolani e tanti altri, e con un testo scritto ad hoc da Carlo Lucarelli. La mostra “Il Mantello di carta”, che inaugura sabato 13 settembre alle ore 12, avrà diversi momenti collaterali in programma al festival. Palazzo Klefisch – Sede di rappresentanza di Unindustria Pordenone, ospiterà nelle giornate del festival “Agricoltura senza confini”, l’esposizione di documenti, volumi, periodici e fotografie degli istituti di chimica agraria di Gorz e di Udine, a cura dell’Ersa Friuli Venezia Giulia. Le sale di Palazzo Klefisch ospiteranno anche due appuntamenti sul tema dell’enogastronomia. I primi 10 anni del Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta sono stati riuniti invece in una mostra itinerante intitolata “I nostri angeli. Le migliori 10 foto nel ricordo di Miran Hrovatin”, con i 10 scatti vincitori della sezione Miran Hrovatin dedicata alla migliore fotografia. L’esposizione, a cura di Prandicom, sarà visitabile da mercoledì 17 settembre nel foyer del centralissimo Teatro Verdi. Nel sale della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Armando Pizzinato resterà allestito l’omaggio espositivo “Angiolo D'Andrea 1880- 1942. La riscoperta di un maestro tra Simbolismo e Novecento” e il Centro Culturale Casa Zanussi ospiterà da sabato 6 settembre la mostra “LeWitt, Bonalumi, Boetti”, allestita alla Galleria Sagittaria con edizioni di grafica dal Museo Casabianca di Malo. Alla Fondazione Ado Furlan, nell’ambito della 5^ Borsa di studio dedicata a Giannino Furlan, l'Ordine degli Architetti PPC di Pordenone invita a scoprire i monumenti dimenticati in ex Jugoslavia, i nuovi paesaggi del rifiuto urbano e i cinema britannici degli anni’30 in disuso. E infine l’Associazione "la roggia" presenterà i migliori “Libri d’artista” o libri-oggetto dell'Accademia di Arti Applicate dell'Università di Rijeka, la Galleria Hippocratica ospiterà “Magnifici Azzardi” per sperimentare il dialogo estetico, apparentemente inconciliabile, fra artisti eterogenei che a vario titolo hanno segnato pagine importanti della storia artistica regionale; e al Museo Archeologico Castello di Torre di Pordenone di scena l’intera storia dell’uomo, dalla Preistoria più antica al Rinascimento.

Pordenonelegge è promosso dalla Fondazione Pordenonelegge, a cura di Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), AlbertoGarlini e Valentina Gasparet.

 

Info stampa: [email protected] - cell 3922067895 - 3356023988