70 eventi per sabato 21 settembre 2013

Settanta appuntamenti in una sola giornata, dalle 9.30 a mezzanotte circa, con i più grandi nomi della letteratura italiana e internazionale: è strabiliante il menu di sabato 21 settembre a pordenonelegge 2013. A cominciare dall'evento di cartello della serata, ovvero il debutto di “Comicamorra. Come i clan non vogliono essere raccontati”, alle 21 al Teatro Verdi.

Gli scrittori Roberto Saviano e Stefano Piedimonte parleranno - per la prima volta “in scena” insieme - dei lati più assurdi della criminalità organizzata e della camorra, raccontando storie di boss ridicoli con strane manie, di banditi efferati ma cialtroni, raccontando quella parte di criminalità che prova ad avere atteggiamenti da mafia d’altri tempi ottenendo risultati grotteschi. Storie vere, incredibili, che nessuna fantasia riuscirebbe a riprodurre. Per l'occasione, Stefano Piedimonte racconterà il seguito della sua opera prima: “Voglio solo ammazzarti” è appena uscito per Guanda.

E si intitola “Lionel Asbo. Lo stato dell’Inghilterra” (Einaudi) il nuovo romanzo dell’autore inglese Martin Amis, vincitore del premio FriulAdria “La storia in un romanzo” 2013 promosso da pordenonelegge con il festival èStoria, su impulso di Banca Popolare FriulAdria Crédit Agricole. Domani, alle 18 al Teatro Verdi, l’autore sarà premiato e presenterà in prima nazionale la sua ultima fatica letteraria, con l'incontro condotto da Massimo Cirri.

Molte altre prime prestigiose domani a pordenonelegge: “Il tango della vecchia guardia” titola il nuovo romanzo dello scrittore Arturo Pérez-Reverte. Con questo libro, storia di un amore come il tango – ambiguo e tormentato, sensuale e travolgente – il grande autore spagnolo entra ufficialmente nel catalogo Rizzoli e si presenta in anteprima a pordenonelegge (ore 18 Piazza della Motta) in dialogo con Luca Crovi. Sarà un’anteprima assoluta quella di Ildefonso Falcones a pordenonelegge: l’autore anticiperà infatti il suo romanzo “La regina scalza” (Longanesi), in uscita nel mese di novembre in Italia, con l’incontro in programma alle 16 in piazza San Marco.

“Il principio passione”, edito Garzanti, è il titolo del nuovo saggio del teologo Vito Mancuso, che lo presenterà alle 12, nel Palazzo della Provincia. In prima nazionale per Feltrinelli approda a pordenonelegge l’autrice francese Maylis De Kerangal: “Nascita di un ponte”, uscito il 4 settembre, racconta un immaginario West contemporaneo ai margini della giungla e della storia. L’autrice lo presenterà domani in dialogo con Fabio Gambaro (ore 17, Ridotto del Teatro Verdi). E un’altra voce femminile, quella dell’autrice iraniana Dina Nayeri intervistata da Annarita Briganti, intreccerà a pordenonelegge (ore 19 Auditorium Istituto Vendramini) le trame di un doppio destino per due gemelle, che si ritroveranno con “Tutto il mare fra di noi”, una in un villaggio dell’Iran sconvolto dalla rivoluzione khomeinista e l’altra negli Stati Uniti. In libreria per Piemme da inizio settembre, è il fortunato romanzo d’esordio della scrittrice, un caso editoriale tradotto e venduto in 20 Paesi. Sempre sul fronte delle ospitalità internazionali, spicca al festival la presenza dell’autore ucraino Aleksej Nikitin, pubblicato per la prima volta in Italia da Voland col suo “Istemi”: un giallo che racconta le contraddizioni dell’Ucraina sospesa fra nostalgie comuniste e capitalismo sfrenato. Domani (ore 17.30, palazzo della Provincia) lo scrittore racconterà il romanzo, in dialogo con Laura Pagliara.

Edito da Sperling&Kupfer è il secondo capitolo della fortunatissima saga fantasy lanciata lo scorso anno a pordenonelegge dalle autrici venete Lorenza Stroppa e Flavia Pecorari, in arte Bianca Leoni Capello. “Dark Heaven. L’abbraccio dell’angelo” sarà al centro della conversazione sul genere fantasy che si intreccerà domani alle 17, nel Chiostro della Biblioteca Civica. Sul versante dei nuovi narratori italiani, pordenonelegge racconta il secondo romanzo di Claudia Durastanti: “A Chloe, per le ragioni sbagliate” (Marsilio), che segue l’esordio-rivelazione di “Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra” e sarà presentato alle 10.30, a palazzo Montereale Mantica). In dialogo con la storica Ben Pastor e Luca Crovi, Gianluca Barneschi riprende uno degli episodi più ‘chiacchierati’ della Seconda Guerra Mondiale, e racconta il saggio edito Leg, “L’inglese che viaggiò con il Re e Badoglio (Le missioni dell’agente speciale Dick Mallaby)” alle 10.30, nel palazzo della Provincia.

In tema di nuova economia “ecologica” due incontri domani con l'agroeconomista Andrea Segrè, fondatore e presidente di Last Minute Market: a pordenonelegge, in prima nazionale (ore 15.30, Palazzo Montereale Mantica) Segrè presenterà il nuovo rapporto “Libro verde dello spreco: l’energia”, pubblicato da Edizioni Ambiente, realizzato nell’ambito della campagna europea “Un anno contro lo spreco”. E alle 21, sempre a Palazzo Montereale Mantica sarà in dialogo sui temi dell'acqua con il Premio Nobel Riccardo Valentini, su coordinamento della giornalista Chiara Lico. E il valore economico della Cultura sarà evidenziato nel dialogo fra Bruno Arpaia e Guido Guerzoni (ore 12, Auditorium Istituto Vendramini).

Grandi cineasti domani a pordenonelegge, in collaborazione con Cinemazero: Pupi Avati, racconterà la sua vita a pordenonelegge nell’intervista condotta da Gloria De Antoni (piazza San Marco, ore 11.30). E Giuseppe Tornatore, maestro del cinema fra i più noti e apprezzati del nostro tempo, si racconterà fra grande schermo e scrittura con “La grande menzogna” (ore 21.30, piazza della Motta) ripercorrendo fra libro e film anche il suo ultimo pluripremiato lungometraggio, La migliore offerta. E ancora la regista Francesca Archibugi presenterà il nuovo documentario sul poeta Pierluigi Cappello (ore 17, Auditorium Vendramini) in un incontro dedicato alla raccolta poetica Azzurro elementare. Reading musicale (ore 19, Ridotto del Teatro Verdi) per la poetessa Patrizia Cavalli: in Datura, la sua nuova raccolta, le poesie brevi hanno quasi la funzione di un coro per le musiche di Diana Tejera.

Pordenonelegge è diventato, un laboratorio permanente sulla letteratura, per coniugare il dialogo fra chi legge, chi scrive e chi pubblica. Per questo, con l'edizione 2013 torna per il terzo anno Roland, Scritture emergenti: sabato 21 e domenica 22 settembre, dalle 10.30 al Ridotto del Teatro Verdi, sei importanti editor - Giulio Mozzi, Angela Rastelli, Alberto Rollo, Michele Rossi, Chiara Valerio – saranno in dialogo pubblico con altrettanti aspiranti scrittori mai pubblicati, per capire le dinamiche con cui l’editoria sceglie di lanciare o cassare un romanzo.

In vista del 100° anniversario della prima guerra mondiale nel 2014, pordenonelegge.it e l'Associazione culturale WW1 - dentro la Grande Guerra, responsabile dell'omonima piattaforma immersiva, promuovono domani un Collection Day di respiro nazionale ed europeo: nei pressi della Loggia del Municipio dalle 9 alle 20, chiunque possegga immagini, lettere, cartoline, cimeli o altri oggetti relativi al periodo che va dal 1914 al 1918 potrà ‘conferirli per la digitalizzazione. Tutto il materiale verrà restituito il giorno stesso ai proprietari. In occasione del Collection Day, pordenonelegge promuoverà, sempre nella giornata di sabato 21 settembre, con WW1 un convegno articolato in due momenti di approfondimento sulle tematiche degli Itinerari letterari legati alla Grande Guerra (dalle 10 al Convento di S. Francesco con Sergio Frigo, Giambattista Marchetto e Michail Paschalidis; e sul tema della memoria, dalle 11.30 con Emanuela Zilio, coordinatrice di WW1, e Marco Mondini

A pordenonelegge domani anche: l'indologo e saggista Richard Gombrich, per una lezione magistrale sul “Pensiero del Buddha” (ore 15, Convento di S. Francesco); il noto autore serbo Miljenko Jergovic, affiancato dalla traduttrice Ljiljana Avirovic' e intervistato dalla giornalista Cristina Battocletti intorno all'ultimo libro “Volga, Volga” (ore 19, Camera di Commercio); Susanna Tamaro, intervistata dal giornalista Alessandro Mezzena Lona sul suo ultimo libro, “Ogni angelo è tremendo” (ore 16, Teatro Verdi); Claudio Magris, che presenterà il libro di Flora Tommaseo “La stanza dei pesci” con lo psichiatra Giuseppe Dell'Acqua e con Margherita Gobbi (ore 17.30, palaprovincia); Jacques Nassif su “Come si diventa psicanalisti?” (ore 10.30, Loggia del Municipio); Lidia Ravera, che racconterà il suo ultimo libro “Piangi pure” (ore 11, palaprovincia), Massimo Recalcati, che discuterà di “Una questione di forma. Libro e graphic design, un incontro responsabile” con Silvia Sfligiotti e Riccardo Falcinelli (ore 11.30, Parco Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea); Romana Petri e Monica Guerritore, intervistate da Gloria De Antoni intorno al libro “Figli dello stesso padre” (ore 19, Convento di San Francesco); Paolo Maggioni e Sara Zambotti autori di “Mio Cuggino. Il fascino senza tempo delle leggende metropolitane” (ore 19, Chiostro Biblioteca Civica). Tommaso Cerno, presentato dal direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier con “Inferno. La Commedia del potere” (ore 19.30, palaprovincia).

Il programma completo del festival è consultabile su www.pordenonelegge.it .

pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori, è curata da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è promossa dalla Camera di Commercio di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e la Fondazione pordenonelegge.it , è sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero.

Info stampa: VOLPE & SAIN Trieste

[email protected]