Palazzo Montereale Mantica
Tecnologia e mobilitazione totale
Sabato
19 Settembre 2015
ore 19:00

Incontro con Maurizio Ferraris e Stefano Moriggi

"Forse per la prima volta nella storia del mondo l’assoluto è nelle nostre mani”. Sono termini quasi teologici quelli con cui Maurizio Ferraris nel suo ultimo Mobilitazione totale rilegge la pervasività della rete. Ma subito dopo avverte: "Avere il mondo in mano è anche, e automaticamente, essere in mano al mondo”. Per il filosofo torinese la diffusione del web coincide con la definizione di un Panopticon cieco, acentrato, il cui potere va individuato nelle pieghe di una memoria infinita che registra inesorabilmente tracce e parabole delle nostre esistenze. Ancora una volta la tecnologia torna a mettere in questione le categorie fondamentali su cui Homo sapiens aveva saputo costruire un’idea di mondo, di libertà e di umanità. È in momenti come questi che la filosofia deve tornare a (far) riflettere su cosa significa “abitare il mondo”. Maurizio Ferraris lo farà confrontandosi con Stefano Moriggi, un filosofo della scienza persuaso del fatto che "l’essere umano non agisce e non pensa indipendentemente dalle macchine con cui interagisce”.

LUOGO
Palazzo Montereale Mantica
Corso Vittorio Emanuele II 56
33170 Pordenone
 

Calcola percorso da