ESORDI - Un nuovo progetto di poesia

Grande partecipazione anche per il nuovo progetto “Esordi”, che vuole essere uno sguardo in divenire sulla lingua del nostro tempo. Storie e approcci diversi con la poesia muovono le sillogi giunte dal Friuli alla Lombardia, da Palermo a Aosta, da Oristano a Napoli, scritte da autori di età assai differente: dai millennials alla parte più cospicua di autori tra i venti e i trent’anni, che ancora non hanno voluto pubblicare, fino a poeti nati negli anni Sessanta e negli anni Quaranta, che da sempre hanno coltivato la poesia senza velleità, ma che hanno voluto mettersi in gioco in quest’impresa. Gli autori sono studenti di Lettere, architetti, attrici, c’è chi ha già pubblicato romanzi, chi ha a che fare con la scrittura per lavoro (ad esempio il web), chi si è distinto in premi di poesia per inediti e chi scrive in dialetto sardo o anconetano.
Questi i 33 autori che hanno inviato la loro silloge:

Lorenzo Abruzzese (1999), Le grandi arrese
Alessia Bettin (1982), Ci aspettano estati tropicali
Massimo Bomben (1965), Triatlon
Cristian Bonomi (1983), Tredici monete nel pozzo
Tazio Brunetta (1996), Appunti di viaggio
Enrica Carini (1981), In tal pugn la mzüra – La misura è il pugno
Barbara Caviglia (1967), Con occhi di uccelli notturni
Mario Cubeddu (1947), Fattu a cantos/ Fatto a pezzi
Luigi Fasciana (1992), Nodi
Lorenzo Di Palma (1995), La lepre e il ragazzo
Ferdinando Distinto (1983), Distanze a Colmare
Aurora Federico (1997), vividi dispersi
Letizia Gava (2001), Case con panni stesi
Lucio Gava (1983), ABeCeDario
Emanuela Lancianese (1971), Non mettere la mano alla bocca
Matteo Marangoni (1974), Altrove, appunti di poesia
Cloe Marcian (1983), Provvisorio eterno
Marta Meli (1992), Ossigeno o delle salvifiche parole (2016-2019)
Nicola Molon (1967), Non ti dirò mai come
Sara Nocent (2000), Anime di ossidiana
Edoardo Occhionero (1997), Di alberi potati e ricresciuti
Massimo Palma (1978), Canti del dominio
Fabiana Petozzi (1976), Sulla base del nulla
Letizia Polini (1988), Marginale
Stefano Redjepovic (1990), Sfera prima
Matteo Rimi (1977), Mas petites Marias ed altri biscotti
Roberta Ritella (1964), Prati stabili
Giovanni Sommavilla (1991), La Stagione degli Inaspettati
Tommaso Urselli (1965), Di corpi e di parole
Elena Vannucci (1989), Chiarori
Sara Vergari (1995), Eremiti devoti all'amore
Massimo Vico (1949), 'n quarantòtu (un quarantotto)

Entro giugno saranno selezionate tre sillogi da un comitato di lettura composto dai poeti Roberto Cescon, Azzurra D’Agostino, Tommaso Di Dio, Massimo Gezzi, Franca Mancinelli.
L’ebook “Esordi” sarà presentato nell’ambito di pordenonelegge 2020 (16-20 settembre 2020), alla presenza dei tre autori selezionati.