AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Achille Filipponi

Achille Filipponi (1981) vive e lavora a Torino. Attivo come artista ed editore, sin da subito la sua ricerca è focalizzata sul medium dell’immagine frutto di un atto e risultato di un processo. Nel 2005 entra a far parte del progetto Zimmer Frei curato da Irina Novarese esponendo i suoi lavori a Berlino, Roma e Torino; è incluso nell’edizione 2008 di FotoGrafia Festival Internazionale di Roma, nel 2009 è selezionato tra i tre fotografi italiani del Photolucida Festival, di Portland. Espone alcuni dei suoi lavori a Shangai Expo 2010. Nel 2014 fonda Yard Press, casa editrice focalizzata su archivi e cultura visiva, nello stesso anno dà vita a ‘Built’ progetto che vede una mostra personale all’H4C Centre di Nicosia e la pubblicazione del libro ‘Satura’. Nel 2017 è parte del progetto ‘Periodo Ipotetico’, mostra con Cesare Ballardini e Massimiliano Rezza ospitata da T14 Contemporary e Fonderia 20.9. A settembre 2018 espone il suo ultimo lavoro a Mucho Mas artist run space. Partecipa all’edizione di Les Rencontres de La Photographie Arles 2019, con la mostra ‘Documentation technique du present’, a cura di Anna Planas. È incluso nel programma Pre-Manifesta 2020 con la personale ‘Tentativi di trascrizione’,ospitata da Salon du Salon. Ha diretto ARCHIVIO magazine, rivista semestrale di cultura contemporanea interamente costruita con materiali d’archivio.

VENERDÌ 18 SETTEMBRE 2020 ORE 21:00
Spazio San Giorgio, Largo San Giorgio
Con Mario Cresci (in collegamento) e Achille Filipponi
In collaborazione con l'Associazione OBLIQUO e il CRAF