AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Lina Wertmuller
All'anagrafe nasce a Roma il 14 agosto 1926 come Arcangela Felice Assunta Wertmuller von Elgg Spanol von Braueich, meglio nota come Lina Wertmuller.
Dopo gli studi teatrali, lavora subito con importanti nomi della scena:
Guido Salvini, Giorgio de Lullo, Garinei e Giovannini e altri. Esordisce nella regia cinematografica con il film "I basilischi" (1963), primo di una lunga serie di titoli - una trentina, in maggioranza per il grande schermo - fra i quali si ricordano quelli con l'attore Giancarlo Giannini, a cominmciare da "Mimì metallurgico ferito nell'onore" (1972).
Nella sua vulcanica attività in più settori dello spettacolo, compreso il teatro lirico, ha vinto prestigiosi premi, ed è stata la prima donna candidata all'Oscar per il miglior regista con "Pasqualino Settebellezze"
(1977). Ha lavorato con Federico Fellini anche come attrice in "La dolce vita" (1960) e "8 e 1/2" (1962). Ha diretto Sophia Loren, Mariangela Melato, Paolo Villaggio, e lanciato giovani attori e attrici.Tiziana Masucci ha scritto la sua biografia initolata "I chiari di Lina" (2009). Per il titolo più lungo della storia del cinema è entrata nel "Guinness dei primati".