AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Livio Berruti
Berruti, uno studente di chimica, aveva solo 21 anni quando partecipò ai Giochi olimpici del 1960, davanti al pubblico di casa, a Roma. Nelle semifinali dei 200 m corse in 20,5 secondi, uguagliando il record del mondo della distanza. Questo risultato lo rese la sorpresa della finale che si svolse a poche ore di distanza.
In quella gara, Berruti, che si faceva notare perché correva sempre indossando occhiali scuri e calze bianche, fermò nuovamente il cronometro sui 20,5s, sconfiggendo i favoriti statunitensi e vincendo la medaglia d'oro. La sua vittoria olimpica, all'inizio della carriera, sarebbe rimasta il suo miglior risultato.
Livio Berruti divenne per tutti "l'angelo" per la leggerezza della falcata e la grazia con la quale esprimeva la sua potenza e ancora oggi è un esempio di tecnica di corsa veloce.
Il 26 febbraio 2006 è stato portatore della bandiera olimpica nel corso della Cerimonia di chiusura dei XX Giochi olimpici invernali, tenutisi a Torino.