AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Luigi Amicone
Luigi Amicone (Milano, 4 ottobre 1956) è scrittore, giornalista, direttore del settimanale “Tempi”
Dal 1980 al 1993 lavora per il settimanale Il Sabato, per il quale svolge il lavoro di redattore e inviato speciale.
Nel 1980 vince la prima edizione del premio giornalistico Federico Motta. Nel 1990 è iscritto all'Albo dei giornalisti.
Per Il Sabato va a Belfast, dove documenta la guerra civile tra cattolici e protestanti, e a Beirut per seguire la guerra tra Libano e Siria. Durante gli anni del crollo del comunismo (1989-1993), è inviato nei paesi dell’est, dove intervista i protagonisti (Havel, Walesa, Kwasniewski).
Nel 1991 è inviato di guerra in Croazia e Serbia. Si reca più volte in Israele per documentare il conflitto arabo-israeliano. Intervista Yasser Arafat a Tunisi. In Israele durante la guerra del Golfo, è tra i primi giornalisti italiani a documentare la realtà dell’Iraq del dopoguerra (dicembre 1991).
Nel 1992 è negli USA a seguire la rivolta dei neri nei ghetti di Los Angeles, Detroit e New York. Nello stesso anno pubblica alcune poesie inedite di Pier Paolo Pasolini.
Ha fondato nel 1994 la rivista settimanale Tempi, della quale è attualmente direttore. Collabora per Il Foglio e Il Giornale. È uno degli intellettuali di riferimento del movimento cattolico Comunione e Liberazione.
Nel 1992, recatosi a Casarsa nella casa natia di Pier Paolo Pasolini, riceve da uno degli studenti della Versuta, un gruppo di poesie inedite del poeta. Le pubblica su Il Sabato, il 5 settembre dello stesso anno.