AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Manuele Fior
L’autore udinese che ora vive a Parigi, ha già al suo attivo numerose collaborazioni con riviste internazionali oltre che la pubblicazione di romanzi e racconti a fumetti che lo hanno segnalato come miglior disegnatore dell’anno all’edizione 2007 del Salone internazionale del Fumetto, il Comicon a Napoli.
Il titolo della mostra: In Viaggio vuole mettere in rilievo un aspetto non trascurabile della biografia di questo giovane autore, quello degli spostamenti in diversi luoghi geografici che hanno contrassegnato il suo percorso professionale e autoriale, naturalmente.
La sua formazione di architetto e la sua passione per l’archeologia lo hanno portato infatti ad esplorare il deserto e le zone dell’africa nord orientale, e queste suggestioni ritornano nel suo romanzo a fumetti Ikarus. Rosso Oltremare (ed. Coconino Press. 2006), come nei più recenti disegni View of desert.
Per diverse ragioni Manuele Fior ha trascorso lunghi periodo di permanenza prima a Berlino e poi a Oslo, dove ha avuto ottimi rapporti con editori e istiruzioni che gli hanno permesso di pubblicare e ricevere riconoscimenti e premi. L’aver vissuto la dimensione della metropoli a Berlino e poi l’immersione nella natura nordica della Norvegia emergono nella sensibilità con cui Manuele Fior costruisce i racconti, sia nel suo primo libro Les Gens le Dimanche, pubblicato nel 2004 a Ginevra per Atrabile e poi nel 2006 a Berlino per Avant Verlag, sia nel breve racconto Signorina Lubiana, in Osmosa, per Vivacomix&Stripburger, 2005. La costruzione delle architetture solide che lo colpiscono certamente emerge in egual misura negli sfondi delle scene quanto nelle sceneggiature in cui si accompagnano momenti intensi di intrecci e relazioni complesse ad analisi intropettive e momenti incantati di sospensione.
Più recentemente Manuele Fior si è trasferito a Parigi e di questa sua nuova avventura vedremo prossimamente i frutti. Certo è che a Parigi si sta formando un gruppo di “esuli” italiani sempre più interessante per gli sviluppi futuri.