AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Marcello Cini
MARCELLO CINI è nato a Firenze nel 1923, laureato in ingegneria nel 1946 e in fisica nel 1947, ha lavorato come ingegnere in una grande fabbrica di cuscinetti a sfere, ed è entrato all'università di Torino nel 1949 come assistente.
Ha vinto la cattedra nel 1956 a Catania. Nel 1957 è stato chiamato all'Università di Roma La Sapienza come ordinario di Fisica teorica, poi di Teorie quantistiche e oggi è professore emerito.
Nella sua attività di ricerca si è occupato di fisica delle particelle elementari e successivamente di fondamenti della meccanica quantistica.
Il suo interesse per la storia della scienza e per l'epistemologia lo hanno portato a partecipare al dibattito su questi temi negli ultimi trent'anni.
E' stato direttore del Centro di Ricerca in Metodologie della Scienza dell’Università La Sapienza, membro della presidenza del Consiglio Scientifico di Legambiente e collaboratore del quotidiano ”il Manifesto” di cui fu fra i fondatori.
Oltre a un centinaio di pubblicazioni su riviste internazionali di fisica e di storia della scienza, e a testi di fisica per l'Università e la Scuola Secondaria, ha pubblicato centinaia di articoli di commento su questioni scientifiche, sociali e politiche su quotidiani e riviste.
Altri suoi libri:
L'ape e l'architetto, con G. Ciccotti, G. Jona-Lasinio, M. De Maria, Feltrinelli 1976;
Il gioco delle regole, con D. Mazzonis, Feltrinelli 1982,
Trentatre variazioni su un tema, Editori Riuniti, 1990,
Un paradiso perduto, Feltrinelli 1994,
Dialoghi di un cattivo maestro, Bollati Boringhieri, Torino 2001