AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Vladimir Bukovskij
Vladimir Bukovskij (1942), dissidente sovietico, piú volte arrestato e condannato al lager, è noto in Occidente soprattutto per essere stato scambiato con il segretario del partito comunista cileno Corvalàn (1976). Dopo l’esilio in Occidente, egli ha pubblicato un libro di memorie dal titolo Il vento va e poi ritorna (1978), ricco di riflessioni originali e profonde. In questa lettura egli afferma che le idee degli utopisti si sono effettivamente realizzate, ma nella misura in cui ciò è possibile fra gli uomini. Inoltre il mito della trasformabilità degli uomini attraverso l’educazione, proprio degli illuministi del Settecento, ha portato ai lager del XX secolo. Bukovskij sottolinea infine la carica di violenza che sta dietro alla parola uguaglianza. In Italia sono usciti anche Guida psichiatrica per dissidenti (1979), URSS: dall’utopia al disastro (1991) e Gli archivi segreti di Mosca (1999), in cui oltre trent’anni di storia mondiale emergono in tutta la loro drammaticità attraverso i documenti sottratti agli archivi segreti dell'ex Unione Sovietica. Vive e lavora a Cambrige (UK).