Angeli – i volontari di pordenonelegge

pordenonelegge ha un’anima gialla.
È quella degli “angeli di pordenonelegge”, ragazzi e ragazze senza i quali il festival non sarebbe quello che è.
Far parte della squadra degli angeli è un’esperienza culturale e formativa davvero unica.
Ma è anche amicizia, relazioni, sorrisi, condivisione…
È un’esperienza da provare.


Hanno gli occhi svegli e curiosi.
Hanno i nasi fini, per il prevedibile,
e cuori entusiasti per l’imprevisto.
Hanno sorrisi, parole gentili
pronte a fiorire nelle bocche
e orecchie vigili a tutte le voci.
Hanno anime avide di esperienza
e teste abitate da menti veloci.
Hanno braccia e gambe infaticabili,
hanno mani abili e, soprattutto,
hanno due grandi ali,
per apparire al momento giusto…
ognuno con il suo viso.

In che cosa sono tutti uguali
(a parte la maglia) i nostri angeli?
Che sono semplicemente unici.


Leggi i pensieri degli angeli

Angelo

Il pensiero di Giorgia

Buongiorno sono Giorgia, ho partecipato come angelo alla manifestazione di Pnlegge per tre anni consecutivi. Mi sono iscritta perché mi é sempre piaciuto essere aperta a provare nuove esperienze inoltre mi ha sempre attirato l’atmosfera che questo meraviglioso festival riescie a trasmettere alla mia città.
Pordenone, durante le giornate di Pnlegge si trasforma: tutto diventa di un solo colore: giallo, le persone escono di casa con il sorriso, si vede tanta felicità e gioia. Mi sono trovata benissimo, gli organizzatori sono sempre gentili e disponibili. Adesso dopo tre anni mi sembra di lavorare con una grande famiglia.

Angelo Junior

Il pensiero di Sara

Questa edizione di Pordenonelegge è stata davvero magica.. come ogni anno la città si è tinta di giallo e si è preparata ad accogliere migliaia di persone, ma questa volta c’era qualcosa di diverso nell’aria, qualcosa di speciale. I sorrisi delle persone mentre ascoltavano i loro autori preferiti, gli sguardi d’intesa fra noi angioletti, le parole colme di saggezza che risuonavano tra le vie: tutto questo è stato Pordenonelegge 2018. E come un libro tira l’altro, così direi che anche un’edizione tira l’altra!! Al prossimo anno!

Angelo Junior+

Il pensiero di Elena

Pordenonelegge è sempre un'esperienza emozionante! L'entusiasmo e la partecipazione che si respirano hanno reso questo festival assolutamente imperdibile, e non rinuncerei mai alla possibilità di collaborare come Angelo, perché mi fa sentire parte di qualcosa di grande!

angelo logistica

Il pensiero di Kevin R.

è stato lungo e intenso tra mille cose e persone nuove….
ma il Festival è questo: fatiche e gioie nella città sul fiume dipinta di giallo…

Angelo Volontario

Il pensiero di Alberto C.

L'ultima edizione di Pordenonelegge è stata la mia prima da Angelo della Logistica. L'esperienza è stata assolutamente positiva; non ho trovato difficoltà ad entrare nel gruppo, anzi, i ragazzi con qualche anno di esperienza in più mi hanno fatto sentire subito parte della squadra. Poter lavorare con persone così volenterose e capaci come quelle che ho conosciuto mi ha dato lo stimolo per ottenere grandi soddisfazioni da questa esperienza. Spesso come fruitori del festival, non si pensa a quanto impegno e quanta fatica ci sono voluti per permettere alle persone di godersi la manifestazione. Penso che poter dire di aver contribuito, anche se in minima parte, alla buona riuscita di Pordenonelegge, sia la miglior ricompensa per il lavoro che ho svolto.

Angelo volontario

Il pensiero di Alberto

Esperienza fantastica. Ho fatto un sacco di amici. Festival molto ben organizzato e grande scelta di eventi. Personale competente. Sono contento e fiero del lavoro che ho compiuto e non vedo l'ora di tornare anche il prossimo anno.

Cultura e colore

Il pensiero di Marta

Pordenonelegge è un esplosione di cultura e colore: di anno in anno la città si tinge di giallo e nero.
Noi angeli cerchiamo negli armadi e stiriamo la maglietta e mettiamo le ali; mentre qualcun altro si affretta a fare la fila agli eventi!

Sono 5 giornate in cui tra una fila e l’altra, tra un turno e l’altro si diventa amici di tutti, perché ognuno condivide una passione folle per i libri, la lettura e per quel nuovo simbolo che spicca sullo sfondo giallo.

In fondo Pordenonelegge non è un festival ma un ritrovo di famiglia!
1 2 3 »