Il futuro è oggi

Anticipare, immaginare, cogliere l’occasione, fiutare la società sono le caratteristiche dei veri innovatori sociali e economici. Perché il futuro è un tema presente, va prefigurato e cavalcato nell’attimo stesso in cui riusciamo a coglierlo. Servizi CGN e Fondazione Pordenonelegge.it propongono una rassegna al via il 23 febbraio.

Guardare al futuro come risorsa preziosa per la costruzione del presente, cercando di cogliere fra gli infiniti mutamenti della realtà quello che costituirà la chiave del futuro è appunto l’obiettivo della rassegna “Il futuro è oggi”, tre incontri d’autore da martedì 23 febbraio a lunedì 7 marzo, ideati e promossi dal Gruppo Servizi Cgn con la Fondazione Pordenonelegge, curati dagli scrittori Gian Mario Villalta e Alberto Garlini che saranno anche guida dei laboratori interattivi previsti a conclusione di ciascun appuntamento. «La cultura riveste una funzione fondamentale, fornisce gli strumenti teorici e i metodi di analisi per entrare in sintonia con i tempi che si vivono e per coglierne gli aspetti duraturi e strutturali – spiegano i curatori – Certo, la cultura non è profezia: ma permette di stabilire priorità, individuare bisogni, analizzare aspetti che a uno sguardo più ingenuo possono sfuggire».

Tre grandi  interpreti del nostro tempo scandiranno “Il futuro è oggi” in questa prima edizione. Il giornalista, scrittore e direttore del Messaggero Veneto Tommaso Cerno, protagonista dell’incontro inaugurale martedì 23 febbraio (alle 18.15 presso la sede Oceano del Gruppo Servizi CGN in Via Jacopo Linussio 1/B - Pordenone) aprirà uno sguardo sul giornalismo del futuro; il blogger, autore e giornalista Fabio Chiusi schiuderà, martedì primo marzo, una panoramica sul presente e sul futuro connesso, per capire se si tratta di utopia o del suo contrario; lo storico e filosofo della scienza Stefano Moriggi suggellerà gli appuntamenti lunedì 7 marzo, provando a calcolare, prevedere e comprendere il tempo che (ancora) non c’è. Ma non si apprende solo ascoltando una lezione, la cultura è un comportamento quotidiano di conoscenza e di analisi, significa agire in prima persona, spendersi e appassionarsi. Per questo l’indagine sul futuro, dedicata ai collaboratori CGN ma aperta anche al pubblico, si estenderà dalla lezione a un successivo laboratorio creativo, della durata di un’ora circa, condotto da Gian Mario Villalta e Alberto Garlini, per approfondire le questioni in campo, stimolare un atteggiamento critico da parte dei corsisti e la ricerca di materiali originali, anche attraverso il supporto di bibliografie, spunti tematici, ipotesi di analisi da vagliare.

«L’idea ulteriore – spiegano i curatori - è di raccogliere i materiali che verranno individuati nel laboratorio in uno spazio web, disponibile a tutti, dove verranno sedimentati testi, approfondimenti, interviste, bibliografie, e contributi che affinano e ampliano il tema iniziale. Si prefigura così un vero e proprio work in progress di conoscenza e consapevolezza della realtà in cui viviamo».

Iscrizioni e informazioni presso Fondazione Pordenonelegge.it
Tel. 0434.1573100 email
[email protected]




ALLEGATI

Programma Il futuro è oggi »