Premio speciale Le Maschere del Teatro

Un riconoscimento alla letteratura, per la prima volta al prestigioso Premio Le Maschere del Teatro Italiano: lo ha vinto Pordenelegge, nella sezione speciale Le Maschere del Teatro Italiano alla memoria di Graziella Lonardi Buontempo, e lo hanno ritirato ieri sera, al Teatro di San Carlo di Napoli, il direttore della Fondazione pordenonelegge Michela Zin e il direttore artistico del festival Gian Mario Villalta.

La serata conclusiva del Premio, assegnato per il quarto anno consecutivo dalla Fondazione Campania dei Festival in collaborazione con l’AGIS (Associazione Generale Italiana Spettacolo), è stata condotta da Tullio Solenghi e trasmessa in diretta differita su Rai1 alle 23.00. Scomparsa nel 2010, Graziella Lonardi Buontempo è una figura di spicco nella promozione culturale nazionale:  mecenate, collezionista, organizzatrice di mostre internazionali, ha avuto un ruolo di primissimo piano nella diffusione dell'arte e della letteratura. Grande soddisfazione è stata espressa dai promotori di pordenonelegge, "per un Premio che arriva proprio nel rush finale verso la 15^ edizione, in cartellone dal 17 al 21 settembre, e nel primo anno di attività della neocostituita Fondazione. Pordenonelegge, sin dalla prima edizione si propone come spazio culturale di incontro fra letteratura, arte, spettacolo e attualità. Ringraziamo quindi la Giuria del Premio e con l’ottimo auspicio di questo Premio rinnoviamo a tutti l’appuntamento ormai imminente con la 15^ edizione del festival, in cartellone da mercoledì 17 a domenica 21 settembre". Nelle tre passate edizioni il Premio alla Memoria di Graziella Lonardi Buontempo era stato assegnato all’INDA – Istituto Nazionale del Dramma Antico, a Mario de Simoni e a Claudio Gubitosi. La giuria del Premio Le Maschere del Teatro Italiano è composta da Gianni Letta, presidente di giuria, Luigi Grispello, presidente Fondazione Campania dei Festival, Caterina Miraglia, Fondazione Campania dei Festival, Giancarlo Leone, Direttore Rai Uno, Carlo Fontana, presidente Agis, Giulio Baffi, critico la Repubblica Napoli, Marco Bernardi, direttore Teatro Stabile di Bolzano, Maricla Boggio, drammaturgo, Emilia Costantini, critico Corriere della Sera, Masolino D’Amico, critico La Stampa, Maria Rosaria Gianni, Caporedattore Cultura TG1, Enrico Groppali, critico Il Giornale, Massimo Monaci, direttore Teatro Eliseo, Andrea Porcheddu, critico www.linkiesta.it.