pordenonelegge: venerdì 20 settembre 2013

Terza giornata di pordenonelegge 2013 domani, venerdì 20 settembre: e come da tradizione, la giornata del venerdì è dedicata a un progetto del festival la Mappa dei Sentimenti, quest’anno “disegnata” da otto importanti scrittrici italiane: saranno le autrici Caterina Bonvicini, Federica Manzon, Paola Mastrocola, Francesca Melandri, Laura Pariani, Veronica Raimo, Lidia Ravera e Mariapia Veladiano a raccontare, in otto incontri, l'amicizia, la gelosia, l'inquietudine, la felicita', la speranza, l'odio, l'invidia e l'amore.

Due le anteprime editoriali domani a pordenonelegge: Sveva Casati Modignani, intervistata da Gloria De Antoni (ore 18 Auditorium Istituto Vendramini) presenta “Palazzo Sogliano”. Da una delle firme più amate della narrativa contemporanea - i suoi romanzi, tradotti in venti Paesi, hanno venduto oltre undici milioni di copie – arriva una nuova grande storia ambientata nel mondo affascinante e poco conosciuto dei corallari. “Il deserto negli occhi” titola invece il libro autobiografico del ‘Tuareg’ Ibrahim Kane Annour, scritto a quattro mani con la giornalista Elisa Cozzarini. Un amarcord della guida turistica costretta a lasciare il suo deserto per la persecuzione politica subita in Niger. Adesso Ibrahim Kane Annour vive a Pordenone, capitale italiana dei Tuareg, e si è integrato nella città che ospita la più popolosa comunità Tuareg d'Europa. Racconterà la sua storia venerdì 20 settembre (ore 19, Chiostro della Biblioteca Civica), in dialogo con Michele Sasso ed Elisa Cozzarini.

Molto ricco domani il percorso delle Parole in scena, fra spettacolo e letteratura: dei mali del pianeta ci parleranno (Teatro Verdi, ore 21) la Banda Osiris, con Telmo Pievani e Federico Taddia: “Finalmente il finimondo!”, lo spettacolo proposto con il festival Scienzartambiente, narra in forma di spettacolo e in cinque tappe “evoluzionistiche” - catastrofe, apocalisse, disastro, nemesi ed estinzione - i momenti in cui l'uomo ha rischiato "la fine del mondo". Chiara Gamberale, autrice che sa cogliere l’inquietudine dei nostri tempi, presenterà con Annalisa Canfora (ore 22, Convento di San Francesco) il suo reading musicale tratto dal recentissimo Quattro etti d’amore, grazie, racconto che scandaglia le lusinghe del tradimento e del sottile ma fondamentale confine tra fuga e ricerca. A pordenonelegge anche il musicista Armando Battiston che, coadiuvato dalla regia video di Remigio Romano e dalla voce di Luigi Pintar, rileggerà con “Quadris” le poesie del compianto poeta friulano Amedeo Giacomini (ore 18 Convento di San Francesco); sempre domani, alle 19 nella Loggia del Municipio spazio a Blue notebook (poesia in jazz) con Willem M. Roggeman sulle musiche originali eseguite e composte dal Faxtet.

Si rinnova domani l'appuntamento quotidiano con Natalino Balasso, che ogni giorno leggerà in anteprima 'Il libro del Scritore' editato da pordenonelegge (alle 17 in piazza XX settembre), prima raccolta dei testi di un personaggio creato dallo stesso Balasso sul web: il Scritore.

Al festival domani anche lo scrittore kosovaro David Albahari, che presenterà il romanzo “Sanguisughe” in dialogo con il giornalista Lorenzo Marchiori (ore 17, Ridotto del teatro Verdi). E il massmediologo Gianluca Nicoletti racconterà il suo libro-verità dedicato al figlio affetto da autismo nell'incontro con il filosofo della scienza Stefano Moriggi (ore 18, Palazzo Montereale Mantica). L'ex magistrato Gherardo Colombo, alle 10 al Teatro Verdi, incontrerà il gruppo del Consiglio Comunale dei Ragazzi. E l'editorialista del Corriere della Sera Pierluigi Battista presenterà, alle 21 a Palazzo Montereale Mantica, il suo recentissimo libro “La fine del giorno”, in dialogo con Michelangelo Agrusti.

“Le contaminazioni del noir l'incontro con Tito Faraci e Luca Crovi (ore 10.30 Ridotto del Teatro Verdi). De “Le due culture” converseranno Pierpaolo Antonello e Stefano Moriggi (ore 10 Palazzo Motereale Mantica); lo piscanalista Massimo Recalcati, alle 18.30 al Palaprovincia, dialogherà del “Complesso di Telemaco” con Federica Manzon, mentre il poeta Stefano dal Bianco si soffermerà su “La ricerca della saggezza” con l'autrice e poetessa Alda Donati, (ore 17.30 Palazzo Gregoris).

Il programma completo del festival è consultabile su www.pordenonelegge.it .

pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori, è curata da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è promossa dalla Camera di Commercio di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e la Fondazione pordenonelegge.it , è sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero.

Info stampa: VOLPE & SAIN Trieste

[email protected]