Sergio Romano apre pnlegge 2013

Da mercoledì 18 a domenica 22 settembre oltre 300 protagonisti per centinaia di appuntamenti in cinque gionri, 25 prime editoriali, 30 location del centro storico. La lectio di Sergio Romano sulla "Democrazie e i suoi nemici" e Proust in musica - "Alla ricerca di un tempo ritrovato" - inaugurano la 14^ edizione di pordneonelegge, mercoledì 18 settembre.



Quale futuro, in un presente che sempre più spesso appare traballante, per le democrazie rappresentative? E' dedicata ai 'nemici della democrazia' la riflessione inaugurale di pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori giunta alla 14^ edizione – di scena dal 18 al 22 settembre - curata da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, promossa dalla Camera di Commercio di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e la Fondazione pordenonelegge.it . Sarà lo storico e saggista Sergio Romano ad aprire il festival domani, mercoledì 18 settembre alle 18.30 al Teatro Verdi, con una lezione magistrale su “La democrazia e i suoi nemici”. E sempre al Teatro Verdi domani (ore 21.30) il festival propone uno spettacolo allestito appositamente per pordenonelegge, un viaggio in musica nel segno di Proust fra pagine di Debussy, Saint-Saëns, Gounod, Fauré, Franck, Reynaldo Hahn. Ma anche Chopin, Gluck, Schumann, Mozart, alla ricerca di un tempo ritrovato. “Marcel Proust. La piccola frase, il tenero pianto” titola il recital per le voci di Christina Daletska, mezzosoprano e Nicoletta Maragno, voce recitante, accompagnate al pianoforte da Walter Prossnitz. Lo spettacolo sarà introdotto dal musicologo Carlo De Incontrera e ci accompagnerà alla ricerca della misteriosa “piccola frase”, laddove il suono ha vibrazioni indicibili, colori iridescenti, volute di cristallo, flessuosità d’arabesco, riflusso violaceo d’onda “che incanta e bemollizza la luna”…

 

Nella prima giornata di pordenonelegge saranno molteplici le occasioni di riflessione sui temi economici, riletti in una chiave “altra” e attualissima: quella della cultura come motore portante dell'economia, in varie declinazioni. Si confronteranno alle 17, a Palazzo Montereale Mantica, il responsabile dell'inserto Domenicale Cultura del Sole 24 Ore Armando Massarenti, che ha sostenuto questa premessa come leitmotiv centrale in un appello-manifesto del suo giornale, lo scrittore Alessandro Marzo Magno e Gian Arturo Ferrari, Presidente del Centro per il libro e la promozione della lettura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Di economia e 'cultura degli scacchi' si parlerà alle 17.30 (palazzo della Provincia) con Bruno Ballardini e Luca Desiata, autore di 'Scacchi e strategie aziendali'; si ragionerà sull'utilità degli economisti alle 1130 (Palazzo della Provincia) nel dialogo fra Pietro Alessandrini e Mario Pepe, si parlerà di “Europa-Cina: Cross Cultural Marketing” alle 15 a Casa Zanussi, con Chiara Mio e Tiziano Vescovi, nell'ambito dell'edizione 2013 di “Curiosi del territorio”.

 

Appuntamenti d'autore per la lezione magistrale di Carlo Sini su “Dante e il Cristianesimo” (ore 11, palazzo Montereale Mantica), e per l'incontro 'a tutto fantasy' con la scrittrice Licia Troisi, un nome-cult per gli appassionati di questo genere, in dialogo con Sandrone Dazieri e Francesco Gungui (10.30, Palaprovincia S. Giorgio). Si andrà alla scoperta dei mille backstage di Federico Fellini, fra “segreti e bugie”, nell'incontro con lo sceneggiatore di “Intervista” Gianfranco Angelucci, autore del libro che ripercorre il grande regista fra set e aneddoti, intervistato a Pordenone da Lorenzo Codelli. L'appuntamento, realizzato in collaborazione con Cinemazero, è in programma alle 17 nel Convento di San Francesco.

 

Alle 21, nel consueto spazio della Loggia del Municipio, ripartono le 'maratone' di 'Alla sera, la poesia … '. In programma per la prima serata letture di Cristina Alziati, Alberto Bertoni, Sebastiano Gatto, Maddalena Lotter, Luigi Nacci, Stefano Raimondi, Davide Rondoni, Francesco Tomada, Giovanni Turra. Presentano Roberto Cescon e Piero Simon Ostan. E sempre alla Loggia, domani alle 9 il festival apre il suo cartellone con Leopardi – Majorana: dialogo improbabile fra un fisico e un poeta, speciale maratona di letture sulle figure di Giacomo Leopardi e Ettore Majorana, a cura degli studenti del Liceo Leopardi-Majorana.

 

Pordenonelegge 2013 propone ancora alle 11.30 la consegna dei Premi Dedalus 2013 (vedi comunicato diffuso oggi) e nel segno del Premio Campiello l'evento consueto in programma alle 21 al Convento di San Francesco, quest'anno con i quattro finalisti del 51° Campiello: Fabio Stassi, Giovanni Cocco, Valerio Magrelli e Beatrice Masini. L’incontro, coordinato dal direttore artistico di pordenonelegge Gian Mario Villalta, non mancherà di offrire un’affettuosa dedica al vincitore Ugo Riccarelli scomparso lo scorso luglio. Sarà presente anche Luigi Matt, componente della Giuria dei Letterati. Giovedì 19 settembre, alle 10 nel Convento di San Francesco, i riflettori si sposteranno sul Premio Campiello Giovani per l’Incontro con i cinque finalisti della XVIII edizione, ospite speciale Matteo Cellini, vincitore del Premio Campiello Opera Prima.

 

Il programma completo del festival è consultabile su www.pordenonelegge.it . Con 25 prime editoriali, con oltre 300 protagonisti per centinaia di incontri, dialoghi, lezioni magistrali, appuntamenti spettacolari e proposte espositive in 5 giorni e in una trentina di location del centro storico cittadino, pordenonelegge.it ospiterà i grandi nomi della letteratura italiana e internazionale. Graditi ritorni al festival per Walter Siti, fresco vincitore del premio Strega che si presenterà in veste di critico con Il realismo è l’impossibile; per Carlo Lucarelli, con il suo ultimo thriller, “Il sogno di volare” e per Susanna Tamaro con “Ogni angelo è tremendo”. A pordenonelegge 2013 i riflettori saranno puntati sulle voci più importanti della letteratura italiana: fra gli altri Claudio Magris, Tiziano Scarpa, Mauro Corona, Mauro Covacich, Tullio Avoledo, Fulvio Ervas, Paola Mastrocola, Mariapia Veladiano, Antonio Moresco … Oltre a Martin Amis e Silvia Avallone, altri 23 grandi autori italiani e stranieri hanno scelto pordenonelegge 2013 per presentare le loro novità: sono Jussi Adler-Olsen, Martin Amis, Natalino Balasso, John Banville, Gianluigi Barneschi, Adrián Bravi, Pierluigi Cappello, Sveva Casati Modignani, Antonio Caprarica, Ildefonso Falcones, Maylis De Kerangal, Claudia Durastanti, Angelo Floramo, Ibrahim Kane Annour, Yan Lianke, Diogo Mainardi, Vito Mancuso, Dina Nayeri, Aleksej Nikitin, Antonio Pascale, Arturo Pérez-Reverte, Stefano Piedimonte, Andrea Segre’, Lorenza Stroppa&Flavia Pecorari. Di straordinaria rilevanza è anche la presenza di autori stranieri: i francesi Daniel Pennac e Maylis De Kerangal, lo scrittore dissidente cinese Yan Lianke, il serbo David Albahari, e ancora Milienko Jergović, Aleksej Nikitin, Petros Markaris, Ildefonso Falcones, Fernando Arrabal, Peter Carey.

 

 

Info stampa: VOLPE & SAIN Trieste

[email protected]