Mauro Corona a pordenonelegge

Nel corso del suo incontro al festival, leggerà un'anticipazione della nuova e ancora inedita fatica letteraria - la "Leggenda degli uomini freddi" (titolo provvisorio) - in cui racconta la storia di un popolo di montagna, che vive dove c'è sempre la neve. Fra le righe, il racconto evoca anche la strage del Vajont...



Anticipazione d’autore a pordenonelegge 2013, in occasione dell’incontro che impegnerà lo scrittore Mauro Corona su ‘L’arte di vivere’, domenica 22 settembre al Teatro Verdi (ore 11): nel corso della conversazione, che offrirà l’occasione per un excursus intorno alle due recentissime pubblicazioni di Corona, “Confessioni ultime” (Chiarelettere) e “Guida poco che devi bere” (Mondadori), uno spazio speciale sarà riservato all’anticipazione della nuova fatica letteraria di Mauro Corona, un romanzo ancora inedito ma che lo scrittore confida di pubblicare a breve, «facendo fiducia ancora una volta a Mondadori». «”La leggenda degli uomini freddi” - ma il titolo è ancora provvisorio, spiega Mauro Corona - è un romanzo dedicato a un popolo che vive in una zona di montagna in cui nevica sempre, anche d'estate. Gli abitanti hanno imparato a farsi piacere la neve, e sono riusciti a coltivare il loro fiume come fosse un campo liquido … Tutto è bianco e purezza in quel mondo, persino le api sono bianche … E gli abitanti restano inorriditi dall’impatto con la città. La storia dura “mille anni di vita e una notte”. Poi arrivano rimbombi di tuono, uomini che si picchiano e all’improvviso il fiume scompare … Così gli uomini risalgono all’origine del fiume e scoprono che un muro ha bloccato tutto: capirete che in filigrana, fra le righe, l’allusione è alla storia del Vajont …».

 

Nel 2013 Mauro Corona ha dato alle stampe Confessioni ultime, un autoritratto che richiama in alcuni passaggi l'indimenticabile tradizione degli scritti morali, da Seneca al filosofo e samurai Jocho Yamamoto, e si trasforma con impennate improvvise in un personalissimo sfogo sull'attualità e la politica. E ha pubblicato Guida poco che devi bere. Manuale a uso dei giovani per imparare a bere: consapevole di aver trascorso anni di bevute colossali, Mauro Corona cambia passo: si guarda indietro con lucidità e con l'atteggiamento critico di chi sa che nella vita gli è andata bene e sente che è arrivato il momento di mettere in guardia i giovani, perché non prendano con leggerezza, e tantomeno con esaltazione, l'alcol, nemico subdolo e accattivante

Mauro Corona è forse il più affezionato autore di pordenonelegge, dove si presentano, anno dopo anno, le sue novità best selling. Ed è uno dei grandi protagonisti della 14^ edizione del festival, in cartellone dal 18 al 22 settembre 2013: pordenonelegge.it, curato da Gian Mario Villalta (Direttore Artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, è uno degli eventi più attesi dell’agenda culturale italiana. Critica e pubblico sono d’accordo nel riconoscere all’evento la forza di immaginare il mondo di oggi, e di raccontarlo con immediatezza e profondità attraverso voci qualificate e parole che “pesano”. Anche quest’anno, nei cinque giorni del Festival, sono previsti oltre duecento appuntamenti in trenta location cittadine, con centinaia di protagonisti italiani e internazionali. Alcuni nomi? Innanzitutto, sono ben ventidue i grandi autori italiani e stranieri che hanno scelto pordenonelegge 2013 per presentare le loro novità, da Martin Amis ad Arturo Perez-Reverte, dal giallista Jussi Adler-Olsen ad Antonio Caprarica, Sveva Casati Modignani, Ildefonso Falcones, John Banville, Adrián Bravi, Yan Lianke, Vito Mancuso, Dina Nayeri e Maylis De Kerangal, Aleksej Nikitin ... Ma ci saranno anche il fresco vincitore del premio Strega Walter Siti, Carlo Lucarelli, Susanna Tamaro, Lidia Ravera, Mauro Corona, Mariapia Veladiano, Mauro Covacich, e fra gli stranieri Daniel Pennac, David Albahari, Milienko Jergović, Petros Markaris, Fernando Arrabal, e l’australiano Peter Carey, due volte vincitore del prestigiosissimo Booker Prize. Si parlerà di economia, crisi e nuova sostenibilità con Vandana Shiva, Gianni Riotta, Riccardo Luna, Stefano Bartezzaghi, Marina Salamon, Andrea Segrè, Bruno Arpaia, di scienza e filosofia con Carlo Sini, Jacques Nassif, Richard Gombrich, Massimo Recalcati, Beatrice Bonato, Pier Aldo Rovatti, Francesco Stoppa e moltissimi altri protagonisti. Nell’orizzonte di pordenonelegge la poesia è un festival nel festival, spicca l’incontro con Benedetta Craveri chiamata a intervistare il grande poeta polacco Adam Zagajewski. Info: www.pordenonelegge.it

pordenonelegge.it è un’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio I. A. A. di Pordenone attraverso la propria Azienda Speciale ConCentro e la Fondazione pordenonelegge.it e sostenuta da Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Pordenone, Comune di Pordenone, Fondazione CRUP, Pordenone Fiere, Banca Popolare FriulAdria e Cinemazero.

 



Info stampa: [email protected] - cell 3922067895 - 3356023988