AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Gian Domenico Mazzocato

Gian Domenico Mazzocato fin dal romanzo di esordio (Il delitto della contessa Onigo, premio Gambrinus Mazzotti) narra il Veneto della fame. Fulvio Tomizza scrisse che lo scrittore trevisano aveva inaugurato la saga dei vinti veneti. È traduttore della storiografia latina (Tito Livio e Tacito) e di Venanzio Fortunato. I romanzi: Il bosco veneziano, Il caso Pavan (finalista Premio Chianti), Tanaquil l’etrusca, Delitto sulla collina proibita, Il castrato di Vivaldi. I racconti: Gli ospiti notturni, Veneto oscuro, Colline incantate. Le biografie: Il vento e la roccia, Il vino e il miele, Enrico da Bolzano, il santo che venne dal nord, Volevo fare il cowboy. Un testo teatrale sul primo conflitto mondiale, Mato de guera, ha riscosso premi in tutto il mondo. È presidente emerito dell’Ateneo di Treviso. La sua opera è in www.giandomenicomazzocato.it.

GIOVEDÌ 14 SETTEMBRE 2017 ORE 17:00
Ridotto del Teatro Verdi
Dialogo con Gian Domenico Mazzocato e Marco Salvador. Presenta Andrea Maggi