Palazzo Gregoris
La banca e il ghetto. Una storia italiana
Mercoledì
14 Settembre 2016
ore 17:00

Incontro con Giacomo Todeschini. Introduce Paolo Goi

La banca e il ghetto sono due invenzioni italiane. Nel 1516 veniva fondato il ghetto di Venezia. Negli stessi anni, sempre in Italia, si assisteva alla nascita di un nuovo modello finanziario, destinato a grandi fortune: la banca pubblica. Questa coincidenza non è casuale. La banca diventa in Italia, tra Medioevo e Rinascimento, un'invenzione strategica grazie alla quale le oligarchie cristiane al potere (dagli Sforza ai Gonzaga ai Medici, dal papa a Venezia e a Genova) controllano direttamente lo spazio sociale che dominano. E attraverso le banche spingono gli ebrei verso attività minori, come il prestito a interesse, delegittimando progressivamente la loro presenza in Italia e portando così all'istituzione dei ghetti. Argomento della sua ultima pubblicazione, questo tema verrà illustrato dallo stesso Giacomo Todeschini, che sarà introdotto da Paolo Goi, Presidente dell'Accademia San Marco.

In collaborazione con Accademia San Marco

LUOGO
Palazzo Gregoris
Corso Vittorio Emanuele II, 44
33170 Pordenone
 

Calcola percorso da