AUTORI

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z tutti
Agnes Heller
Assistente di G. Lukács all'univ. di Budapest, ne fu espulsa nel 1959 e i suoi scritti sottoposti al veto di pubblicazione; riammessa nel 1963 all'Accademia delle scienze, divenne tra i più noti esponenti della cosiddetta Scuola filosofica di Budapest, insieme con F. Fehér, G. Márkus, M. Vajda. Licenziata dall'Accademia nel1973, nel 1978 accettò un incarico presso l'univ. di Melbourne (Australia) per trasferirsi poi all'univ. di New York, dove ricopre la cattedra intitolata a Hannah Arendt. Vincitrice del Sonning prize nel 2006. Esponente di spicco della cosiddetta "scuola di Budapest", la sua ricerca, ispirata a una lettura del marxismo in chiave antieconomicista e antropologica, è prevalentemente rivolta alla ricostruzione di un orizzonte etico. Tra le sue opere principali si segnalano A mindennapi élet (1970; trad. it. Sociologia della vita quotidiana, 1975) e A philosophy of morals (1990; trad. it. 1997).
SABATO 19 SETTEMBRE 2015 ORE 15:00
Convento di San Francesco
Incontro con Agnes Heller. Intervista di Riccardo Mazzeo