Convento di San Francesco
WW1 Itinerari letterari di inizio secolo e memorialistica privata
Sabato
21 Settembre 2013
ore 10:00

Incontro con Sergio Frigo, Giambattista Marchetto e Michail Paschalidis

PRENOTAZIONI PER LE SCUOLE SUPERIORI DAL 2 AL 17 SETTEMBRE ALLO 0434.381602

C’è un vasto territorio che è “teatro di guerra” e c’è il Teatro della Grande Guerra, che assume forme contraddittorie e spesso discontinue di espressione della follia bellica, del dolore di un'umanità devastata, del silenzio della ragione. E c’è, negli anni successivi, la rimozione selettiva che prepara l'incosciente avvicinarsi del secondo conflitto. Anche il Teatro della Natura è devastato dalla guerra, e diventa tema fondante nell'opera di Mario Rigoni Stern, di cui ricorre quest'anno il quinto anniversario della morte. Non solo la “sua” guerra, la seconda, ma anche la prima, quella che si è svolta sulle sue montagne, e di cui ha toccato con mano fin dall'infanzia le drammatiche conseguenze. Ripercorriamo le sue pagine ambientate in quei conflitti, ma anche le testimonianze di altri scrittori, da lui stesso raccolte con passione e competenza, sulla Prima Guerra Mondiale negli altipiani di Vicenza e del Trentino. E seguiamo i suoi stessi passi grazie all'inedito progetto di un'applicazione di geolocalizzazione, di multimedialità e di interattività realizza un vero e proprio “parco letterario virtuale” sull'Altopiano e sugli altri luoghi dell’autore. A questo proposito, WW1 – dentro la Grande Guerra si propone come uno strumento per scoprire i territori, individuare punti e percorsi di interesse, stupirsi attraverso l'immersione nei panorami interattivi a 360°, recarsi nei luoghi che sono stati quelli visti e vissuti dai nostri bisnonni. WW1 metterà a disposizione una modalità per orientare gli importanti flussi del turismo classico e scolastico, con la consapevolezza che al giorno d’oggi non sono più le agenzie di viaggio o i tour operator, ma sempre più spesso i singoli a scegliere come muoversi sul territorio in base ai propri interessi e gusti, al proprio potere d'acquisto e scelta di attività capaci di muovere un'emozione. Un patrimonio culturale ben comunicato è in grado di generare esperienze degne di essere memorizzate e raccontate. Anche attraverso la scrittura di un racconto di un diario. Ne parleranno Sergio Frigo e Giambattista Marchetto, con precisi riferimenti letterari sul tema, mentre Michail Paschalidis illustrerà quale patrimonio di conoscenza e di esperienza il progetto WW1 rappresenti per la scuola e per la coscienza storica individuale.

In collaborazione con Digital Distillery, Officine Panottiche+Nuovostudiofactory, Hive Division

PARTNER
LUOGO
Convento di San Francesco
Piazza della Motta, 2
33170 Pordenone
 

Calcola percorso da