Palazzo della Provincia
Perduti amori. Le donne di Salò
Giovedì
20 Settembre 2012
ore 16:00

Incontro con Sergio Gervasutti. Intervista di Giuseppe Ragogna

Le vicende narrate in questo libro corrispondono a verità e anche alle persone che le hanno vissute sono realmente esistite. L’autore non è dunque ricorso alle fantasie o agli artifizi letterari per rappresentare una realtà che spesso è stata interpretata - e talvolta lo è ancora - con arbitrario inquinamento ideologico. Piaccia o meno, dal grande libro della Storia non si possono strappare pagine, altrimenti non tutto ciò che è alle nostre spalle assume il giusto significato. Siamo agli eventi cruciali della Seconda guerra Mondiale, che prima di essere considerata conclusa riserva agli italiani un colpo di coda che li scuote come la zampata di una belva inferocita: devono scegliere da che parte stare e ogni singola decisione comporta un passo al quale nessuno si può sottrarre. Il nemico non viene più da chissà dove: è lì, dietro la porta della casa accanto, è colui che la pensa diversamente da te. E questo basta, molte volte, a fare esplodere odii e rancori nel contesto di una guerra che un discutibile termine definisce civile. In questa atmosfera densa di tragedie e dolori, Gervasutti si muove con la curiosità del giornalista-scrittore e ne coglie quegli aspetti che hanno nei sentimenti dei numerosi personaggi qualche risvolto di umanità. E’ da questi che fioriscono e apassiscono gli amori di un’epoca ormai annacquata in un nuovo millennio. Amori, appunto, perduti.

In collaborazione con Edizioni Biblioteca dell'Immagine

LUOGO
Palazzo della Provincia
Corso Giuseppe Garibaldi, 8
33170 Pordenone
 

Calcola percorso da